Ospiti – Edizione 2021

Giampaolo Bandini

Giampaolo Bandini, artista Decca, è oggi considerato tra i migliori chitarristi italiani sulla scena internazionale. È stato componente dell’unico duo di chitarre riuscito ad entrare nell’albo d’oro dei più prestigiosi concorsi nazionali e internazionali di musica da camera. Dal suo debutto nel 2002 con un recital solistico nella Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo figura regolarmente come solista, in formazioni da camera e con orchestra nei cartelloni dei più importanti Festival di tutto il mondo. Nel 2012 riporta la chitarra al Teatro La Scala di Milano, insieme al Quartetto d’archi della Scala. Nello stesso anno è inoltre invitato a suonare, insieme a Cesare Chiacchiaretta, con cui suona stabilmente in duo da oltre 15 anni, a Charlestone (Usa), alla Convention della GFA (Guitar Foundation of America), la più grande e conosciuta manifestazione chitarristica del mondo. Nel 2011 gli è stata conferita dal Comitato Scientifico del Convegno di Alessandria la prestigiosa Chitarra d’oro per l’opera di promozione e diffusione della chitarra nel mondo. È il direttore artistico della Società dei Concerti di Parma e dalla sua fondazione del Festival chitarristico Internazionale Niccolò Paganini di Parma.


Marco Antonio Bazzocchi

Marco Antonio Bazzocchi (1961) insegna Letteratura italiana contemporanea e Letteratura dell’età romantica presso l’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna. Dopo la monografia Pier Paolo Pasolini (Bruno Mondadori, 1998), pubblica un saggio che attraversa l’opera di Pasolini I burattini filosofi. Pasolini dalla letteratura al cinema (Bruno Mondadori 2007) e poi Esposizioni. Pasolini, Foucault e l’esercizio della verità (il Mulino, 2017).
Tra le altre monografie, dove spesso compare il tema del visivo accanto a quello più esplicitamente letterario, si possono ricordare: Corpi che parlano. Il nudo nella letteratura italiana del Novecento (Bruno Mondadori 2005); L’Italia vista dalla luna. Un paese in divenire tra letteratura e cinema (Bruno Mondadori 2012); Il codice del corpo (Pèndragon 2014). L’ultimo libro pubblicato, dove si parla di arte, immagini e letteratura è Con gli occhi di Artemisia. Roberto Longhi e la cultura italiana, il Mulino, 2021).


Marco Belpoliti

Marco Belpoliti

Marco Belpoliti, saggista e scrittore, conta tra i suoi libri più recenti: per Guanda La canottiera di Bossi (2012), Da quella prigione. Moro Warhol e le Brigate Rosse (2012), L’età dell’estremismo (2014), Primo Levi di fronte e di profilo (2015), La strategia della farfalla (2016), La prova (2017); per Johan & Levi Camera straniera. Alberto Giacometti e lo spazio (2012), Il segreto di Goya (Johan 2013), per Einaudi Pianura (2021). Collabora a Repubblica e L’Espresso; insegna presso l’Università di Bergamo Critica letteraria e Letterature e culture visive. Con Elio Grazioli dirige la collana Riga presso l’editore Quodlibet. Ha curato le due edizioni delle Opere complete di Primo Levi (Einaudi 1997 e 2016), oltre a diversi libri dello scrittore torinese. Dirige la rivista e casa editrice nel web doppiozero.


Daniele Benati

Daniele Benati, nato a Reggio Emilia, ha insegnato come Lettore di Italiano in Irlanda, Stati Uniti e Ungheria. Ha tradotto e curato opere di scrittori irlandesi e americani, fra cui Joyce, O’Brien, Lardner e Friel. Con Gianni Celati ha tradotto e curato l’antologia Storie di solitari americani (Rizzoli 2006) e ha curato l’edizione americana del monologo teatrale Carta canta di Raffaello Baldini (Bordighera Press, Florida, 2000). Ha pubblicato con Feltrinelli Silenzio in Emilia (1997) e Cani dell’inferno (2004); con Aliberti Opere complete di Learco Pignagnoli (2006); Un altro che non ero io (2007); Baltica 9 (con Paolo Nori, Laterza 2008). È stato redattore dell’almanacco letterario Il Semplice (Feltrinelli) e della rivista L’accalappiacani (Derive&Approdi).


Caterina Bonvicini

Caterina Bonvicini

Caterina Bonvicini (1974) vive e lavora tra Roma e Milano. Il suo romanzo più recente è Fancy Red (Mondadori 2018). Ha pubblicato con Garzanti i romanzi L’equilibrio degli squali (2008, premio Rapallo e Grand Prix de l’héroïne Madame Figaro, ora in edizione tascabile negli Oscar Mondadori), Il sorriso lento (2010, premio Bottari Lattes Grinzane), Correva l’anno del nostro amore (2014) e Tutte le donne di (2016), tradotti in diversi paesi. Con Einaudi ha pubblicato Penelope per gioco (2000), Di corsa (2003) e la raccolta di racconti I figli degli altri (2006). Ha scritto anche due romanzi per ragazzi: Uno due tre liberi tutti! (Feltrinelli, 2006) e In bocca al bruco (Salani 2011). Con Alberto Garlini ha pubblicato L’arte di raccontare (Nottetempo 2015). Dal 2012 al 2016 ha collaborato con Il Fatto Quotidiano. Dal 2016 collabora con L’Espresso e con Robinson-la Repubblica.


Alessia Canducci

Alessia Canducci, attrice e regista, predilige il teatro di narrazione e lettura ad alta voce. Dedica gran parte della sua attività a testi di qualità per bambini e ragazzi per appassionarli alla lettura. Dal 2007 collabora a Rimini con Mare di Libri-Festival di Ragazzi che Leggono; è formatrice accreditata di lettori volontari per il progetto nazionale Nati per leggere, con il quale collabora dal 2003.


Gianrico Carofiglio

Gianrico Carofiglio è nato a Bari. È stato a lungo un pub­blico ministero, specializzato in indagini sulla criminalità organizzata. Nel 2007 viene nominato consulente della commissione parlamentare antimafia e dal 2008 al 2013 è senatore della Repubblica. Ha esordito nella narrativa con Testimone inconsapevole nel 2002, con cui introduce il personaggio dell’avvocato Guido Guerrieri, protagonista di sei romanzi tra cui La misura del tempo, finalista al Premio Strega 2020. Con oltre sei milioni di copie vendute, è autore di romanzi, racconti e saggi tradotti in tutto il mondo e da lui letti in audiolibro. I suoi titoli più recenti sono il saggio Della gentilezza e del coraggio. Breviario di politica e altre cose (2020) e il romanzo giallo La disciplina di Penelope (2021). Tra i tanti riconoscimenti, il Premio Bancarella 2005 per Il passato è una terra straniera, il Premio Selezione Campiello 2010 per Le perfezioni provvisorie e il Premio Scerbanenco 2014 per Una mutevole verità, prima apparizione del maresciallo Pietro Fenoglio. Dal febbraio 2021 è disponibile sul sito www.editorialedomani.it il podcast con la figlia Giorgia, Coffee for Two, da un’idea di Giorgia Carofiglio


Ermanno Cavazzoni

Ermanno Cavazzoni

Ermanno Cavazzoni è scrittore di romanzi e racconti, i primi Il poema dei lunatici (1987), Vite brevi di idioti (1997), gli ultimi La galassia dei dementi 2018, Storie vere e verissime 2019, La madre assassina 2020; ha scritto di Luigi Pulci, Ariosto, Kafka e altro. Nel corso degli anni ha lavorato come sceneggiatore (con Fellini a La voce della luna), con musicisti ai libretti d’opera e così via.


Cesare Chiacchiaretta

Cesare Chiacchiaretta nato a Chieti, è stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali. Nel 1991 è prescelto quale unico rappresentante italiano alla Coppa del Mondo dell’Unesco.
Ha tenuto oltre 1.000 concerti in 35 Paesi al mondo e suonando da solista con importanti orchestre. Ha suonato sotto la direzione del Maestro RICCARDO MUTI presso il Teatro dell’Opera di Roma.
Ha collaborato con Eddie Daniels, Amanda Sandrelli, Elio, Enzo Iacchetti, Giampaolo Bandini, Corrado Giuffredi, Trio di Parma, Enrico Fagone.
Nel 2008 ha svolto una tournée in veste di bandoneonista con Fernando Suarez Paz, (il violinista di Astor Piazzolla) e con il quale ha inciso un disco risultato vincitore del premio della Critica Orpheus Award. Ha vinto l’Orpheus Award 3 volte. Nel 2011 ha vinto il Premio Astor Piazzolla per la divulgazione dell’opera del grande maestro argentino.


Fabio Concato

Fabio Concato

Fabio Concato, cantautore, nel corso degli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio importante, narrando in modo personale piccole e grandi storie della quotidianità. Ricordi, speranze, confessioni, lampi d’allegria e momenti di tenerezza popolano il mondo delle sue canzoni, come annotazioni in un diario della memoria.


Giusto Cucchiarini

Giusto Cucchiarini nasce a Carpi e cresce a Rolo nella bassa emiliana. Si trasferisce a Milano per intraprendere la carriera d’attore e poi in viaggio per i teatri d’Italia ma il cuore rimane saldamente in Emilia, la terra della sua famiglia, della cucina di sua nonna, di Pier Vittorio Tondelli.


Alfonso Cuccurullo

Alfonso Cuccurullo

Alfonso Cuccurullo, attore e narratore professionista, è formatore nell’ambito del progetto nazionale Nati per Leggere, cura laboratori teatrali e di animazione alla lettura. Si occupa di ideazione e realizzazione di letture animate e percorsi di promozione alla lettura nelle biblioteche e scuole su tutto il territorio Nazionale.


Marcello Fois

Marcello Fois, scrittore e sceneggiatore, ha scritto romanzi tradotti in ventitré Paesi. Tra le sue ultime opere, pubblicate da Einaudi, la trilogia I Chironi – che comprende in un unico volume Stirpe, Nel tempo di mezzo e Luce perfetta -, Manuale di lettura creativa e Quasi grazia. L’ultimo romanzo è Del dirsi addio, noir ambientato tra Bologna e Bolzano.


Simone Francia

Simone Francia

Simone Francia (Alessandria 1982) dopo il diploma all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, partecipa a diversi spettacoli e lavora tra gli altri ne La Tempesta diretta da Lorenzo Salveti, La resistibile ascesa di Arturo Ui, Il Ratto d’Europa, Istruzioni per non morire in pace per la regia di Claudio Longhi. È membro della Compagnia Stabile di ERT-EmiliaRomagna Teatro Fondazione con cui collabora da diversi anni. Per ERT svolge anche attività di formatore nelle scuole del territorio e di docente e presso la Scuola di recitazione Iolanda Gazzerro.


Koinè

Dall’anno della sua fondazione (1999), Koinè ha prodotto e distribuito eventi per FAO (Food and Agriculture Organization of The United Nations)- Progetto SAFA per la Commissione Europea a Bruxelles (Bruxelles Champetre 2012), per il Ministero delle Politiche Agricole (Biofach – Norimberga 2003 – Cheese -Bra; 2011), per le Amministrazioni regionali della Valle d’Aosta, dell’Emilia Romagna, della Lombardia, del Veneto, della Toscana, del Lazio, delle Marche, dell’Umbria, e del Trentino; per gli enti dei parchi nazionali del Pollino, del Gran Paradiso, delle Foreste Casentinesi e delle Cinque Terre e per circa 30 parchi naturali regionali italiani.
Koinè, ogni anno, realizza circa 10-15 nuove produzioni teatrali, sia su tematiche alimentare, agricole e ambientali, che su tematiche completamente differenti (dalla smaterializzazione di documenti cartacei alla storia della vita del Pinturicchio).


valerio magrelli

Valerio Magrelli

Valerio Magrelli (Roma 1957) insegna letteratura francese all’Università Roma Tre. Ha pubblicato sei libri di versi raccolti nel volume Le cavie (Einaudi 2018) e un ciclo di quattro testi in prosa concluso con Geologia di un padre (Einaudi 2013). Le sue opere sono tradotte in una ventina di lingue.


Marinella Manicardi

Marinella Manicardi

Marinella Manicardi debutta con Luigi Gozzi e con lui dirige il Teatro delle Moline a Bologna. Tra gli spettacoli: Otello! (1974), Freud e il caso di Dora (1979), Memorie labili (1984), L’armonia universale, (2000). Sue regie: Anna Cappelli (2005) e Morandi (2008). Drammaturgie: Luana prontomoda, (2005) e Corpi impuri (2011). Con F. Iacobelli: La Maria dei dadi da brodo (2012) e Nelle mani di Anna, 2016. Pubblica per Bulzoni, Clueb, Pendragon, Mondadori, Odoya.


Chiara Marinoni

Chiara Marinoni

Chiara Marinoni è educatrice culturale, atelierista e narratrice in percorsi di promozione della lettura. Ha collaborato, creando manufatti artistici originali, con la biblioteca Il falco magico di Carpi in occasione delle mostre La freccia azzurra e La casa delle meraviglie.


Claudio Morici

Claudio Morici

Claudio Morici è scrittore, performer e copywriter. Ha pubblicato cinque romanzi tra cui La terra vista dalla Luna (Bompiani 2009), L’uomo d’argento (E/O, 2012). I suoi spettacoli teatrali girano nei circuiti off di tutta Italia e il suo ultimo spettacolo Il Grande Carrello (tratto dal libro-inchiesta di Fabio Ciconte e Stefano Liberti) ha debuttato al Festival di Internazionale a Ferrara nel 2019. Pochi giorni prima del lockdown ha partecipato alla finale di Italia’s Got Talent, con un pezzo comico in cui recensiva l’elenco telefonico di Roma del 2012. Da copywriter ha lavorato con varie agenzie e firmato cartoon per Save The Children, MSF, MIUR. Scrive per Il VenerdìInternazionaleminima&moralia.


Paolo Nori

Paolo Nori

Paolo Nori (Parma, 1963), laureato in letteratura russa, ha pubblicato romanzi e saggi, tra i quali Bassotuba non c’è (1999), Si chiama Francesca, questo romanzo (2002), Noi la farem vendetta (2006), I malcontenti (2010), I russi sono matti (2019) e Che dispiacere (2020). Ha tradotto e curato opere di autori russi, tra cui Puškin, Gogol’, Turgenev, Tolstòj, Cechov, Dostoevskij.


Gabriele Pedullà

Gabriele Pedullà (Roma 1972) insegna Letteratura italiana presso l’università di Roma Tre e scrive per Il Sole 24 Ore. Autore di diversi libri di saggistica, con Sergio Luzzatto ha curato l’Atlante della letteratura italiana (Einaudi 2010-12). Presso Einaudi ha inoltre pubblicato la raccolta di racconti Lo spagnolo senza sforzo (2009, Premio Mondello Opera Prima; Premio Verga; Premio Frontino) e il romanzo Lame (2017, Premio Carlo Levi; Premio Martoglio), tradotto in sette lingue. Sempre per Einaudi ha pubblicato Biscotti della fortuna (2020).


Lucia Poli

Lucia Poli debutta a teatro come attrice-autrice ideando la stagione ‘73-‘74 del Beat ’72 a Roma. Negli anni Settanta è in scena sia accanto al fratello Paolo sia in proprio, sviluppando una propria cifra di comicità e di teatro di timbro avanguardista e sperimentale. Artista e attrice indipendente e intellettualmente curiosa, nei decenni successivi Lucia Poli investe su un teatro colto e ironico di timbro letterario inventando scritture sceniche intorno ai testi delle scrittrici più amate: Dorothy Parker, Patricia Highsmith, Valeria Moretti, Colette, le sorelle Brontë. Fra le collaborazioni da segnalare quelle con Stefano Benni, Ugo Chiti, Angelo Savelli e Geppy Gleijeses. Da menzionare il film di Ugo Chiti Albergo Roma con cui vince un Nastro d’argento e il film di Paolo Benvenuti Gostanza da Libbiano per il quale ha il premio FICE come migliore attrice d’avanguardia. Negli ultimi anni continua la sua vocazione all’adattamento teatrale della narrativa e della saggistica con Edipo e la Pizia (da Dürrenmatt), Il governo del corpo (dai testi di Piero Camporesi), Incontro con l’Agnese (da L’Agnese va a morire di Renata Viganò), oltre a lavorare negli spettacoli L’importanza di chiamarsi Ernesto (2000 e poi 2013) e Sorelle Materassi (2015/18).


Sonia Maria Luce Possentini

Sonia Maria Luce Possentini è diventata pittrice e illustratrice per amore verso la bellezza e l’innocenza delle piccole cose. Ha preso parte a numerose esposizioni personali e collettive e ha collaborato con molti dei più importanti editori italiani. Con il suo stile poetico ed evocativo si è conquistata un posto di spicco nel panorama internazionale, vincendo tra l’altro, nel 2017, il premio Andersen come migliore illustratrice.


Gabriele Romagnoli

Gabriele Romagnoli è nato a Bologna nel 1960, ha vissuto in quattro continenti, otto città e visitato ottancinque Paesi. Giornalista professionista, è stato inviato alla Stampa, direttore di GQ e Raisport e ora editorialista a Repubblica. Ha pubblicato le raccolte di racconti Navi in bottiglia, Solo i treni hanno la strada segnata e Passeggeri, tre saggi tra cui Solo bagaglio a mano, e quattro romanzi, l’ultimo dei quali uscito per Feltrinelli è Cosa faresti se.


Amanda Sandrelli

Amanda Sandrelli (Losanna 1964), è attrice teatrale, cinematografica e televisiva. Debutta sul grande schermo nel 1984, a fianco di Roberto Benigni e Massimo Troisi, nel film Non ci resta che piangere. Ha poi lavorato con Giuseppe Bertolucci, Gabriele Salvatores e Gabriele Muccino. In teatro debutta nel 1992 per la regia di Duccio Camerini e in seguito con Lina Wertmuller e altri. Recita anche in molti film per la televisione, fra cui Il compagnoPerlascaMafalda di Savoia. Ha scritto e diretto il cortometraggio Un amore possibile nel 2003 e il documentario Piedi x terra girato in Malawi nel 2007. Ha realizzato diversi reading letterari, tra cui Un abito chiaro di Massimo Salviati, accompagnata al pianoforte da Rita Marcotulli per celebrare il 40° Anniversario della Strage di Ustica.


Alessandra Sarchi

Alessandra Sarchi (Reggio Emilia, 1971) vive a Bologna da molti anni. Scrittrice e saggista ha esordito con i racconti Segni sottili e clandestini (Diabasis 2008) ha poi pubblicato quattro romanzi con Einaudi, di cui l’ultimo Il dono di Antonia nel 2020. Con La notte ha la mia voce (2017) ha vinto il premio Mondello e la selezione della Giuria del Campiello.


Marco Scolastra

Marco Scolastra, pianista, dopo gli studi musicali presso il Conservatorio di Perugia, dove si diploma con lode con il M° Franco Fabiani, ha suonato per importanti istituzioni musicali, tra cui l’Auditorium Parco della Musica e Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Comunale di Bologna, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Teatro La Fenice di Venezia, I concerti del Quirinale in diretta RAI Radio3. Come solista ha suonato sotto la guida di molti importanti direttori d’orchestra e ha collaborato con artisti quali Vadim Brodski, Renato Bruson, Cinzia Forte, Raina Kabaivanska, Quartetto d’Archi del Teatro di San Carlo. È in scena con grandi attori quali Sonia Bergamasco, Ugo Pagliai, Elio Pandolfi, Jerzy Radziwilowicz, Pamela Villoresi e vanta un’intensa collaborazione col drammaturgo Sandro Cappelletto. Da sempre appassionato della musica del Novecento e dei nostri giorni, ha eseguito molti lavori in prima esecuzione assoluta o in prima italiana. Ha registrato per Phoenix Classics, Stradivarius, Brilliant Classics, Decca, Rai5.


Peppe Servillo

Peppe Servillo debutta nel 1980 con gli Avion Travel, di cui è cantante e con cui, nel 2000, vince il Festival di Sanremo con il brano Sentimento. Autore di canzoni interpretate da Fiorella Mannoia e Patty Pravo e di colonne sonore, è anche attore cinematografico e teatrale. Dal 2005 è il frontman del progetto speciale Uomini in Frac, un concerto-omaggio a Domenico Modugno rivisitato in chiave jazz. Il progetto vede coinvolti alcuni dei più grandi jazzisti italiani: Danilo Rea, Furio Di Castri, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Gianluca Petrella, Mauro Negri, Cristiano Calcagnile, Roberto Gatto, Marco Tamburini, e la partecipazione speciale di Mimmo Epifani e Giovanni Lindo Ferretti. Nel 2018 partecipa al Festival di Sanremo, cantando con Enzo Avitabile il brano Il coraggio di ogni giorno.


SquiLibri

SquiLibri è un collettivo di attori, narratori e musicisti nato a Carpi nel 2013, attivo da anni a Modena e provincia, con un repertorio che spazia dalle monografie alle tematiche di genere. Esplora la letteratura contemporanea proponendo reading in una veste personale, dove le letture dei brani si alternano allo storytelling, il tutto accompagnato da musica dal vivo, vero e proprio elemento integrante della performance.


Francesco Stoppa

Francesco Stoppa

Francesco Stoppa, analista membro della Scuola di Psicoanalisi dei Forum del Campo lacaniano e docente presso l’istituto di formazione alla psicoterapia ICLeS. Già responsabile della riabilitazione presso i servizi psichiatrici di Pordenone, svolge attività di formazione presso servizi pubblici e del Privato sociale.


Simone Tangolo

Simone Tangolo

Simone Tangolo si diploma in recitazione presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano, diretta da Luca Ronconi. Con la compagnia Idiot Savant recita in spettacoli quali Shitz, Il Marito Smarrito, La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia, Il complesso di Telemaco, Il Mercante di Venezia, tutti per la regia di Filippo Renda. Per la regia di Claudio Longhi recita ne Il ratto d’Europa, I pugni ricolmi d’oro, nella trilogia Istruzioni per non Morire in Pace, ne La Classe Operaia Va In Paradiso e ne La commedia della vanità. Per il duo “impermeabili”, progetto musicale-teatrale, recita in Romeo&Giulietta – L’amore fa schifo ma la morte di più.


Nadia Terranova

Nadia Terranova

Nadia Terranova è nata a Messina e vive a Roma. I suoi ultimi libri sono: Gli anni al contrario (Einaudi 2015, vincitore di premi tra cui il Bagutta Opera Prima, il Brancati e l’americano The Bridge Book Award), Addio fantasmi (Einaudi 2018), la raccolta di racconti Come una storia d’amore (Perrone Editore 2020). Ha scritto libri per ragazzi ed è anche autrice con Lelio Bonaccorso del fumetto Caravaggio e la ragazza (Feltrinelli Comics 2021). Da novembre 2020 è la curatrice di K, la rivista letteraria de Linkiesta. Collabora con diversi giornali tra cui Repubblica, Il Foglio, e su Vanity Fair cura la rubrica Sirene.


Geoff Westley

Geoff Westley, dopo gli studi di flauto, pianoforte e composizione al Royal College of Music di Londra, all’età di 23 anni già dirige uno dei musical di maggior successo nella storia del genere: Jesus Christ Superstar. Successivamente assume la direzione musicale dei Bee Gees, accompagnando la band nei tour mondiali per sette anni. Come pianista e arrangiatore è al fianco di vari artisti tra cui Peter Gabriel, Phil Collins, Andrew Lloyd-Webber, Vangelis e Henry Mancini. Vanta una lunga collaborazione con Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Renato Zero, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Lucio Dalla, Fabrizio De André, Fiorella Mannoia e altri artisti italiani. Ha lavorato con alcune tra le più importanti orchestre del mondo: London Symphony Orchestra, Royal Philharmonic Orchestra, Philharmonia, London Chamber Orchestra, Brno Philharmonic, Budapest Symphony Orchestra. Nel 2019 è uscito Does what it says on the tin, album di piano solo con le sue composizioni originali.