Pomeriggi di uno scrittore svedese

Descrizione evento:

Lo scrittore di Stoccolma, con la sua profonda verve e la grande capacità narrativa, ci parlerà di spleen svedesi, piastrellisti innamorati, apicultori in procinto di cambiare vita, donne piene di charme e sperduti paesaggi glaciali. Uno dei grandi autori internazionali, alla Festa del Racconto, per narrare l’arte del romanzo.

Data: Ottobre 6, 2013

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: incontro con l’autore

conduce Cinzia Principi 

Torna indietro

Ospiti presenti

Lars Gustafsson

Lars Gustafsson, nato a Västerås (Svezia) nel 1936, è considerato il più internazionale scrittore svedese contemporaneo. Studioso di matematica e filosofia, poeta, saggista, drammaturgo, romanziere fra i più tradotti all’estero, ha insegnato per vent’anni “Storia del pensiero europeo” all’Università di Austin, Texas. Esordisce giovanissimo ed è subito al centro della vita culturale svedese, spesso coinvolto in polemiche per le sue prese di posizione critiche e provocatorie nei confronti dell’establishment. Nei suoi racconti come nelle poesie si riconosce quella vena fantastica, quel gioco dell’erudito che scherza con la propria erudizione, quell’ossessione per il tempo e per l’identità, che l’hanno fatto definire come il “Borges svedese”. In Italia ha ricevuto il Premio Agrigento e il Premio Grinzane Cavour. Tutti i suoi romanzi sono tradotti in Italia da Iperborea e fra i più recenti citiamo: “Il Decano” (2007) e “Le bianche braccia della Signora Sorgedahl” (2012).