Poltrona_cinema | Incontro con Marina Spada e proiezione ‘Come l’ombra’

Descrizione evento:

A seguire proiezione del film “Come l’ombra” (Italia, 2006)
Regia di Marina Spada
Claudia vive sola a Milano e conduce un’esistenza anonima in attesa di un’occasione. Alla ricerca di nuovi incontri, si iscrive a un corso serale di russo e si sente attratta da Boris, l’insegnante ucraino. L’uomo, scostante e misterioso, si sottrae ai suoi approcci, ma poi si fa vivo per chiederle di ospitare per qualche giorno un’amica, Olga. Le solitudini delle due donne si trasformeranno in un’amicizia profonda, di cui Claudia si accorgerà quando Olga scomparirà improvvisamente. Presentato alle Giornate degli autori del Festival di Venezia e successivamente selezionato nei festival di Toronto, Londra e Montpellier, questo film ha vinto numerosi premi internazionali e ha fatto conoscere al pubblico questa regista che nel 2009 ha realizzato un nuovo lungometraggio dal titolo “Poesia che mi guardi” dedicato alla poetessa Antonia Pozzi e presentato al Festival di Venezia.

Data: Ottobre 3, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipologia evento: incontro e proiezione

a cura di Tullio Masoni 

Torna indietro

Ospiti presenti

Marina Spada

Marina Spada è nata a Milano nel 1957 e si è diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro . Si è poi laureata in Storia della Musica e insegna presso la Scuola del Cinema di Milano. Ha iniziato nel 1979 l’attività professionale come assistente alla regia in RAI. Negli anni Settanta si interessa soprattutto di musica lavorando a Canale ’96, prima radio di sinistra in Italia. Dagli anni Ottanta realizza spot pubblicitari e dirige numerosi documentari e servizi televisivi, fra i quali i videoritratti di Arnaldo Pomodoro, Fernanda Pivano e Gabriele Basilico. Tra i cortometraggi citiamo L’astice (1995) con il quale vince alcuni premi. Il suo primo film risale al 2002 e si intitola Forza Cani, ma il successo arriva con il secondo del 2006 Come l’ombra molto apprezzato dalla critica italiana e straniera. Nel 2009 realizza il suo terzo film dedicato alla poetessa Antonia Pozzi dal titolo Poesia che mi guardi.