Poltrona_adolescenza | Crescere o non crescere

Descrizione evento:

Con Chiara Valerio (Nottetempo), Fabio Geda (Instar Libri) e Fulvio Ervas (Marcos y Marcos)
Interventi musicali di Gianluca Magnani
Raccontare i ragazzi è raccontare il loro accidentato percorso verso l’età adulta. Crescere è difficile, e non crescere è una tentazione. La sindrome di Peter Pan (il bambino che non cresce mai e rimane tagliato fuori dal mondo adulto) è in agguato davanti a ogni ostacolo. Ai giovani protagonisti dei romanzi di Chiara Valerio e Fabio Geda fa da controcanto il personaggio di Elia, professore in balia della tempesta scolastica, raccontato da Fulvio Ervas.

Data: Ottobre 4, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Bar Roma

Tipologia evento: incontro con gli autori

conduce Antonio Prete 

Torna indietro

Ospiti presenti

Fabio Geda

Fabio Geda, ha costruito il suo percorso narrativo a partire dall’esperienza di educatore. Collabora con riviste e quotidiani, la Scuola Holden, il Circolo dei Lettori di Torino e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Tra i suoi romanzi ricordiamo Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani (Feltrinelli) e Nel mare ci sono i coccodrilli (Baldini Castoldi Dalai). Con Marco Magnone ha iniziato la saga distopica Berlin (Mondadori).

Fulvio Ervas

Fulvio Ervas è nato in provincia di Treviso nel 1955. Esordisce nel 1999 quando, insieme alla sorella Luisa, vince il Premio Calvino con il racconto La lotteria (Marcos y Marcos, 2005). Nel 2006 pubblica, sempre con la sorella, Commesse di Treviso (Marcos y Marcos), primo di una serie di romanzi ambientati nel Nordest che hanno per protagonista l’ispettore Stucky. Raggiunge un ampio successo con il romanzo Se ti abbraccio non aver paura (Marcos y Marcos, 2012), nel quale racconta il viaggio di un padre e il figlio affetto da autismo.

Chiara Valerio

Chiara Valerio è nata nel 1978 a Scauri (Latina) e oggi vive e lavora a Roma. È redattore di Nuovi Argomenti e di Nazione Indiana e ha pubblicato le opere narrative Fermati un minuto a salutare (Perrone, 2006) e Ognuno sta solo (Perrone, 2007). Per le edizioni Nottetempo ha scritto Nessuna scuola mi consola (2009) e il romanzo La gioia piccola di essere quasi salvi (2009).