Io son poi da solo e loro sono tutti. Le Memorie del sottosuolo di Fëdor M. Dostoevskij

Descrizione evento:

Paolo Nori

Nori è uno scrittore che ha fatto del mondo russo il suo mondo. Nessuno come lui oggi può spiegare che cosa è la letteratura russa, e perché quegli autori sono ancora così importanti. Il suo ultimo libro Sanguina ancora è dedicato al grande Dostoevskij. Nori parla di una ferita che si è aperta in lui alla prima lettura di Delitto e Castigo. A Soliera racconta Le memorie del sottosuolo. Con Le Ferite abbiamo aperto la Festa, con queste ferite così profonde la chiudiamo. Lo ripetiamo: leggere è una cura.

___________________________________________________________________________

Prenotazione obbligatoria:

Le prenotazioni sono effettuabili al seguente link: 

https://www.fondazionecampori.it/

oppure telefonicamente 059 568585 negli orari di apertura della Biblioteca Campori:

lunedì 14.30-19

martedì 9-13 / 14.30-19

mercoledì, giovedì e venerdì 14.30-19

sabato 9-13

 

Data: Giugno 20, 2021

Orario: 21:00

Comune: Soliera

Luogo: Parco della Resistenza

Tipologia evento: Lettura spettacolo

 

Luogo in caso di pioggia: Nuovo Cinema teatro Italia Via Garibaldi, 80

Torna indietro

Ospiti presenti

Paolo Nori
Paolo Nori

Paolo Nori (Parma, 1963), laureato in letteratura russa, ha pubblicato romanzi e saggi, tra i quali Bassotuba non c’è (1999), Si chiama Francesca, questo romanzo (2002), Noi la farem vendetta (2006), I malcontenti (2010), I russi sono matti (2019) e Che dispiacere (2020). Ha tradotto e curato opere di autori russi, tra cui Puškin, Gogol’, Turgenev, Tolstòj, Cechov, Dostoevskij.

Paolo Nori

Paolo Nori ha scritto romanzi, fiabe e discorsi. Laureato in lingua e letteratura russa, ha tradotto e curato diversi classici russi. Gli piace leggere ad alta voce, raccontare varie cose sul suo blog, su alcuni giornali e qualche volta in televisione.