Il racconto del coraggio

Descrizione evento:

Inaugurazione della Festa del racconto 2013. Saluto delle Autorità e del Direttore artistico Davide Bregola
A seguire, incontro
Con Diego Fusaro
Letture di Pamela Villoresi
Percussioni dei Rulli Frulli
Dal mondo classico alla contemporaneità: il coraggio in tutte le sue forme scandito con elegante chiarezza da un filosofo e da un’attrice. Letture tratte dal Canto XXVI, Inferno, Divina Commedia.

Data: Ottobre 4, 2013

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: parole e musica

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Diego Fusaro

Diego Fusaro, nato a Torino nel 1983, è filosofo e scrittore. Dopo la laurea in Filosofia con una tesi su “Marx e la schiavitù salariata”, lavora come ricercatore presso la Facoltà di Filosofia del San Raffaele di Milano. Ha fondato e dirige “filosofico.net”, uno dei principali siti internet italiani dedicati alla filosofia e dal 2008 è curatore delle due collane filosofiche dell’editore Bompiani dirette da Giovanni Reale. Fra le sue ultime pubblicazioni citiamo: “Minima mercatalia” (Bompiani, 2012), “L’orizzonte in movimento” (Il Mulino, 2012), “Idealismo e prassi. Fichte, Marx e Gentile” (Il Nuovo Melangolo, 2013), “Coraggio” (Cortina, 2013).

Pamela Villoresi

Pamela Villoresi, nata a Prato nel 1957, è attrice di teatro, cinema e televisione. Inizia la sua carriera giovanissima con Strehler che la dirige nella commedia “Il campiello” di Carlo Goldoni al Piccolo Teatro di Milano. Da quel momento la sua carriera sarà divisa tra i classici teatrali e il cinema, dove reciterà con registi come Bellocchio, Scola, Paolo e Vittorio Taviani e infine con Paolo Sorrentino nel 2013 nel film “La grande bellezza”. Nel 2006 riceve il Premio Gassman per la sua interpretazione nelle “Tre sorelle” di Cechov.

Rulli Frulli band

Nel settembre 2010, all’interno della scuola di musica “Andreoli” di Finale Emilia (MO), prende vita un progetto sperimentale volto a rispondere all’esigenza di dare spazio agli allievi di percussioni, attraverso la sperimentazione del ritmo e la ricerca sonora su materiali di recupero non convenzionali. Punto cardinale della Banda è la promozione dei valori insiti nella diversità, favorendo l’integrazione e il rispetto dell’altro attraverso la musica intesa come attività collettiva.