Abitare il romanzo. La voce del romanzo

Descrizione evento:

Un romanzo è innanzitutto una voce: porta il lettore nel luogo e nel tempo della narrazione, accompagna i protagonisti, evolvendosi in maniera sempre credibile e verosimile, e riesce a cogliere il senso di straniamento, il cambiamento irreversibile provocato da un viaggio. Una voce capace di ricordare e raccontare la storia di una generazione e del futuro che credeva di costruire. Parlando dei loro rispettivi romanzi, Capossele e Manzini si confrontano sul processo di ricerca di quella voce e dell’esattezza del timbro che la fa diventare romanzo.
In collaborazione con Piacere Modena

Data: Maggio 28, 2017

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: aperitivo con l’autore

modera Simonetta Bitasi, lettore ambulante e consulente letteraria 

Torna indietro

Ospiti presenti

Gaia Manzini

Gaia Manzini, ha esordito nel 2009 con la raccolta di racconti Nudo di famiglia (Fandango, finalista premio Chiara), seguita nel 2012 dal romanzo La comparsa di Laure Armstrong (Fandango, selezione premio Strega, finalista premio Rieti). Ultima la luce (Mondadori), è il suo secondo romanzo.

Francesca Capossele

Francesca Capossele, nata nel 1958, vive a Ferrara dove lavora come insegnante. 1972 (Playground) è il suo romanzo d’esordio.