25 modi per piantare un chiodo. Storie di design

Descrizione evento:

Enzo Mari è uno dei padri fondatori del design italiano. Nella sua carriera di artigiano-artista-fautore di oggetti belli e utili, ha progettato e costruito mobili, lampade, sedie, tavoli, piastrelle, libri, orologi, posacenere e tutti quei generi di oggetti della quotidianità che rendono la nostra vita migliore. Lavora e ha lavorato con le più importanti aziende di design italiane e internazionali, ha insegnato all’Accademia di Brera, tiene lezioni di stile in Italia, America, Giappone e in ogni parte del mondo è riconosciuto come un maestro. Alla Festa del racconto ci parlerà delle idee fondamentali che l’hanno portato ad essere ciò che è, parlerà dei 25 modi per piantare un chiodo, ci darà la sua visione del mondo che parte dalla praticità per diventare arte. Enzo Mari nel 2011 è stato insignito del “Compasso d’oro” alla carriera. Il più importante riconoscimento internazionale dedicato al design.

Data: Ottobre 2, 2011

Comune: Carpi

Luogo: Sala dei Mori di Palazzo dei Pio

Tipologia evento: incontro

conduce Davide Bregola 

Torna indietro

Ospiti presenti

Enzo Mari

Enzo Mari, nato a Novara nel 1932, agli studi all’Accademia di Brera a Milano accompagna già dagli anni Cinquanta un’intensa attività artistica tenendo mostre personali e collettive nelle principali gallerie e musei d’arte contemporanea. Parallelamente inizia l’attività di designer, prima nell’ambito della ricerca formale individuale, quindi in collaborazione con numerose industrie, nei campi della grafica e del prodotto di design. Caratteristica dell’opera di Mari, in campo internazionale affermatasi tra le più rappresentative del design italiano, è la continua ricerca e sperimentazione di nuove forme e significati del prodotto, talvolta anche in contrapposizione con gli schemi tradizionali del disegno industriale. Tra i più significativi riconoscimenti ottenuti dalla produzione di Mari, il Compasso d’Oro (assegnatogli nel 1967 e nel 1979) e l’inserimento nelle collezioni di diversi musei d’arte contemporanea fra cui la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e il Louvre di Parigi. Nel 2011 ha pubblicato per Mondadori 25 modi per piantare un chiodo. Sessant’anni di idee e progetti per difendere un sogno nel quale si racconta in prima persona ripercorrendo la sua carriera e in questo stesso anno gli è stato conferito il Compasso d’Oro alla carriera.