Emidio Clementi

Emidio Clementi è un cantante, bassista e scrittore italiano, fondatore e principale autore dei Massimo Volume. Tra i suoi libri ricordiamo Matilde e i suoi tre padri (Rizzoli), La ragione delle mani e L’ultimo dio (Playground).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 8 Giugno, 2016

Città: Carpi

Luogo: Piazza della Repubblica

Tipo di evento: incontro

 

La ragione delle mani

Descrizione evento:

Sono molti e diversi i protagonisti di La ragione delle mani. Alcuni sono immaginari, altri reali; alcuni sono personaggi celebri, altri ancora sconosciuti, persone comuni che si possono incrociare nella vita di tutti i giorni. Quasi tutti hanno a che fare con la musica. Affiorano i moventi nascosti, i fallimenti e i successi, le conseguenze meno scontate della dialettica tra palco e dietro le quinte, tra luci della ribalta e quotidiano.

 


Con gli occhi dei maestri

Descrizione evento:

Flavio Caroli torna con un nuovo racconto, che ci farà guardare alla storia dell’arte con altri occhi, quelli di Longhi e Graziani, di Briganti ed Arcangeli, di Ragghianti e Gombrich. Attraverso i ritratti dei suoi maestri si ricrea l’atmosfera di quegli anni e del mondo degli storici dell’arte visto con gli occhi di un giovane appassionato all’inizio della sua carriera di studioso. Per Caroli non esiste una Storia dell’arte, ma ne esistono tante quante sono i grandi critici che l’hanno studiata.

Data: Giugno 11, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Teatro Comunale

Tipologia evento: lezione con immagini

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Flavio Caroli

Flavio Caroli è ordinario di Storia dell’arte moderna presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche, tra cui il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore, e con numerose riviste di storia dell’arte italiane e straniere. Ha pubblicato numerosi libri tra cui Trentasette, Tutti i volti dell’arte, Il volto di Gesù, Il volto dell’Occidente e il recente Con gli occhi dei maestri (tutti per Mondadori).


Ode del vuoto

Descrizione evento:

Dal Pantheon alla sfera dei Lavoisier, in pochi riflettono sul fatto che il “vuoto” possa essere alla base degli spazi che abitiamo e che l’architettura sia l’arte e la tecnica capace d’imprigionarlo. Un viaggio alla scoperta di uno degli elementi più invisibili e presenti nella nostra vita.
In collaborazione con la Banda Città di Carpi e il Laboratorio Fare Teatro.

Data: Giugno 12, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipologia evento: fiato alle trombe! (odi e filippiche in 15 minuti)

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Luca Molinari

Luca Molinari è professore associato di Storia dell’architettura Contemporanea presso la Facoltà di Architettura di Napoli. Scrive e collabora con riviste italiane e straniere tra cui Lotus, Abitare, Domus, Ottagono. Ha ricevuto dalla X Biennale di Architettura di Venezia il Premio Ernesto Nathan Rogers per la critica e la comunicazione d’architettura e il Jean Tschumi UIA prize per la critica architettonica. Ha pubblicato decine di saggi e monografie. Il suo ultimo libro è Le case che siamo (Nottetempo).


L’analista al momento sbagliato

Descrizione evento:

«Ogni scrittore ha il suo mestiere. C’è chi scrive da architetto, chi da ingegnere, scalatore o musicista, ragioniere o equilibrista, ballerino, sarto o elettricista. Diego De Silva invece è un palombaro» ha scritto Fabio Genovesi su La Lettura. «Il mare che affronta è quello affollato dei sentimenti, di cui tutti frequentiamo le coste frastagliate, ne ammiriamo l’orizzonte e ogni tanto ci avventuriamo verso il largo per vedere che effetto fa. Il palombaro invece, cala in profondità, raggiunge il fondale dove le correnti nascono e si mescolano, e inizia a raccontarci quello che vede».

Data: Giugno 12, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: Monologo e conversazione

Alba Solaro 

Torna indietro

Ospiti presenti

Diego De Silva

Scrittore, giornalista e sceneggiatore Diego De Silva ha pubblicato numerosi romanzi, tutti pubblicati da Einaudi, tra i quali Certi bambini (da cui è stato tratto il film omonimo di Andrea e Antonio Frizzi, vincitore dell’Oscar Europeo e di due David di Donatello), Non avevo capito niente, Mancarsi, Mia suocera beve e il recente Terapia di coppia per amanti. Nove i film all’attivo come sceneggiatore, tra i quali I giorni dell’abbandono di Faenza, Il covo di Teresa (tratto da un suo racconto) di Sollima e Gorbaciof di Incerti.


Elvira Seminara

Elvira Seminara, giornalista e pop artist, ha pubblicato L’indecenza (Mondadori), Scusate la polvere e La penultima fine del mondo (Nottetempo). I primi due romanzi sono stati messi in scena nel 2014 e nel 2015 dal Teatro Stabile di Catania. Suoi testi sono tradotti in diversi paesi. Il suo ultimo libro, Atlante degli abiti smessi (Einaudi) è il riferimento per il suo discorso.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 12 Giugno, 2016

Città: Carpi

Luogo: Sala dei Mori di Palazzo dei Pio

Tipo di evento: incontro

 

Atlante degli abiti smessi

Descrizione evento:

«Vestiti elfi. Che non trovi in nessun posto quando li cerchi. Ma poi rispuntano beffardi come niente fosse, in bella vista, esattamente dove prima non c’erano. Inutile spostare grucce e rovistare, meglio non accanirsi, tanto ritornano. Tu devi far finta di nulla. Tieni gli occhi chiusi, se senti un fruscio mentre dormi. Devi stare al gioco se vuoi la pace nel tuo armadio». Memoir e lettura sentimentale, teatro e arte in una carriera che fa del gioco di rimandi la propria cifra stilistica.

 


Susi Zucchi

Susi Zucchi nasce a Carpi dove risiede e lavora. L’amore per l’arte inizia molto presto con i primi approcci alla pittura e alla poesia: dalla madre poetessa assimila l’esigenza di esprimere liberamente le proprie emozioni sia coi versi sia con i colori. La sua produzione artistica si basa su una tecnica orientata al polimaterico, ovvero pittura acrilica, stoffe, frammenti di vetro, minerali ed altri materiali con uno stile tutto personale. Indaga soprattutto il mondo dell’intimità femminile in tutti i suoi aspetti.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 11 Giugno, 2016

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria e Sala espositiva Biblioteca Loria

Tipo di evento: incontro

 

Bianco Imperativo

Descrizione evento:

Inaugurazione della mostra “Bianco Imperativo” con intervista all’artista condotta da Pietro Marmiroli, letture e azione scenica di Irene Guadagnini e intervento della curatrice Cristina Trivellin.
Il Bianco – uno dei colori del festival – è il tema conduttore di tutte le nostre iniziative sulla moda. Susi Zucchi parla delle sue opere e accompagna il pubblico alla scoperta della sua poetica. A seguire, inaugurazione della mostra Bianco Imperativo con letture e performance presso la Sala Espositiva della Biblioteca Loria . «Se il poeta vede oltre le parole – scrive Susi Zucchi – l’artista vede oltre i segni, perché la mano arriva per prima alla sintesi e quel gesto è il prolungamento di un’idea, un compendio di visioni, ricordi o emozioni che si fissano nell’unicità della tela».

 


Ode all’amicizia

Descrizione evento:

Talal è un bambino di otto anni. Aidha è una zebra di età indefinita. Nidal è il vecchio guardiano di un piccolo zoo. La storia esemplare, raccontata in Un asino a strisce, di un’amicizia profonda che neanche la guerra riesce a scalfire.
In collaborazione con la Banda Città di Carpi e il Laboratorio Fare Teatro.

Data: Giugno 11, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipologia evento: fiato alle trombe! (odi e filippiche in 15 minuti)

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Giorgio Scaramuzzino

Giorgio Scaramuzzino è attore, regista e scrittore; esperto in animazione teatrale e promozione alla lettura. Ha elaborato con Altan spettacoli per ragazzi con protagonista la Pimpa. Ha messo in scena Come un romanzo di Daniel Pennac. Ha ideato il personaggio del Drago Gerardo. Tra i suoi libri ricordiamo Un asino a strisce (Salani); Le nuove avventure del Drago Gerardo (Einaudi Ragazzi); Nonno Mollica, ovvero Il pescatore di storie (Panini).


Bianco Imperativo

Descrizione evento:

Inaugurazione della mostra “Bianco Imperativo” con intervista all’artista condotta da Pietro Marmiroli, letture e azione scenica di Irene Guadagnini e intervento della curatrice Cristina Trivellin.
Il Bianco – uno dei colori del festival – è il tema conduttore di tutte le nostre iniziative sulla moda. Susi Zucchi parla delle sue opere e accompagna il pubblico alla scoperta della sua poetica. A seguire, inaugurazione della mostra Bianco Imperativo con letture e performance presso la Sala Espositiva della Biblioteca Loria . «Se il poeta vede oltre le parole – scrive Susi Zucchi – l’artista vede oltre i segni, perché la mano arriva per prima alla sintesi e quel gesto è il prolungamento di un’idea, un compendio di visioni, ricordi o emozioni che si fissano nell’unicità della tela».

Data: Giugno 11, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Auditorium Loria e Sala espositiva Biblioteca Loria

Tipologia evento: mostra e performance

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Susi Zucchi

Susi Zucchi nasce a Carpi dove risiede e lavora. L’amore per l’arte inizia molto presto con i primi approcci alla pittura e alla poesia: dalla madre poetessa assimila l’esigenza di esprimere liberamente le proprie emozioni sia coi versi sia con i colori. La sua produzione artistica si basa su una tecnica orientata al polimaterico, ovvero pittura acrilica, stoffe, frammenti di vetro, minerali ed altri materiali con uno stile tutto personale. Indaga soprattutto il mondo dell’intimità femminile in tutti i suoi aspetti.


L’Infinito tra parentesi

Descrizione evento:

Attraverso un viaggio millenario da Omero a William Blake, da Dante a Borges, Malvaldi ci porta per mano al punto d’incontro tra poesia e scienza, che non sono opposte; non lo erano alle origini e non lo sono oggi perché tutte e due camminano a braccetto per conoscere e capire il mistero del reale. Uno zigzag sentimentale tra i versi che hanno provato a spiegare il mondo e le metafore poetiche degli scienziati.

Data: Giugno 12, 2016

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: conferenza

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Marco Malvaldi

Marco Malvaldi ha esordito nella narrativa nel 2007 con la serie dei vecchietti del Barlume, edita da Sellerio. Da allora ha pubblicato molti libri – romanzi, racconti, saggi di divulgazione scientifica – con grandissimo successo. È appena uscito per Sellerio Vento in scatola.


Edoardo Albinati

Edoardo Albinati lavora come insegnante nel penitenziario di Rebibbia da oltre vent’anni. Suoi reportage sull’Afghanistan e il Ciad sono usciti sul Corriere della Sera, La Repubblica, The Washington Post. Ha scritto per il cinema di Matteo Garrone e Marco Bellocchio e tradotto Nabokov, Bierce, Stevenson e Shakespeare. Tra i suoi ultimi libri ricordiamo Tuttalpiù muoio, con Filippo Timi (Fandango), le riflessioni sulla letteratura di Oro Colato (Fandango) e Vita e morte di un ingegnere (Mondadori).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 12 Giugno, 2016

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Flesh for fantasies

Descrizione evento:

Per un adolescente alla metà degli anni Settanta l’amore e il sesso erano materia di illimitate fantasie ed esperimenti dall’esito incerto. L’identità maschile si formava con un collage di immagini eroiche e miti irraggiungibili. Che tipo di uomo è uscito da quella fornace di tentazioni e frustrazioni? A partire da La scuola cattolica, il romanzo di Albinati candidato al Premio Strega 2016 e pubblicato da Rizzoli, una conversazione sulla scrittura romanzesca e su quella per il cinema, sull’autobiografia, le scelte di vita, l’autoironia e la traduzione.
In apertura un monologo, seguito da una conversazione con Pietro Cheli.