Domenico De Masi

Domenico De Masi è docente di Sociologia del lavoro presso l’Università “La Sapienza” di Roma dove è stato preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione. Ha fondato la scuola di specializzazione triennale in scienze organizzative “S3. Studium” poi trasformata in società di ricerca e formazione. Le sue opere costituiscono un punto di riferimento essenziale per la riflessione sociologica sulla società contemporanea grazie alle sue ricerche innovative sui nuovi assetti economici e culturali determinati dall’azione congiunta del progresso tecnologico, della globalizzazione e della scolarizzazione di massa. Fra i saggi più recenti ricordiamo: Mappa mundi. Modelli di vita per una società senza orientamento (Rizzoli, 2014), L’emozione e la regola. L’organizzazione dei gruppi creativi (BUR, 2015), TAG. Le parole del tempo (Rizzoli, 2015).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2015

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Mappe e parole: riflessioni su una società senza orientamento

Descrizione evento:

Il sociologo Domenico De Masi ha molta dimestichezza con gli usi e i cambiamenti di prospettiva e di sviluppo delle società complesse del 21° secolo. In “Tag. Le parole del tempo” (Rizzoli, 2015), propone un nuovo alfabeto per orientarsi nel mondo iperconnesso. Ventisei parole-faro per scandire il nostro eterno presente. Un viaggio tra nuovi e vecchi paradigmi del nostro tempo così documentato eppure così irriducibilmente complesso.

 


Raccontare la montagna

Descrizione evento:

Letture tratte dai romanzi di Mario Rigoni Stern, Mauro Corona e Dino Buzzati a cura dei lettori volontari “Donare voci”, con proiezioni
I temi di Expo 2015 e la letteratura si incontrano su una tavola, apparecchiata sui più noti passi di romanzi e racconti della narrativa mondiale. Una colazione, un aperitivo, una merenda, un pranzo o una cena diventano l’occasione per dare sostanza, colore e odore alle parole scritte. E voce, con i reading dei lettori di Donare voci, diretti da Elisa Lolli.
Animali al pascolo, profumo di erba e latte fresco, pane appena sfornato, una bambina che corre: nell’anno che celebra i 150 anni della conquista del Cervino, i sapori e la vita semplici e genuini della montagna sono rappresentati da Heidi.

Data: Ottobre 3, 2015

Comune: Carpi

Luogo: Toma & Tomi

Tipologia evento: Carpi x EXPO

 

Torna indietro

Ospiti presenti

No items found


San Francesco oggi

Descrizione evento:

Nel giorno del Patrono d’Italia un dialogo tra due teologi sulla figura di San Francesco il cui pensiero è sempre attuale e profondo. In particolare Vito Mancuso nella sua ultima opera “Questa vita. Conoscerla, nutrirla, proteggerla” (Garzanti, 2015) propone di recuperare una rinnovata armonia tra l’uomo e la natura in nome dell’amore. Una visione di speranza in cui i riferimenti francescani sono sempre presenti nella sua riflessione sulla realtà contemporanea.

Data: Ottobre 4, 2015

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: incontro con gli autori

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Vito Mancuso

Vito Mancuso è un teologo italiano, docente di Storia delle Dottrine teologiche presso l’Università degli Studi di Padova. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo destino (Raffaello Cortina, 2007), Io e Dio. Una guida dei perplessi (Garzanti, 2011), Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare (Garzanti, 2013), tre bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in molte lingue e una poderosa rassegna stampa, radiofonica e televisiva. Il suo pensiero è oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia sul piano etico che dal punto di vista strettamente dogmatico. Dal 2009 è editorialista del quotidiano La Repubblica. Il suo ultimo libro è Questa Vita. Conoscerla, nutrirla, proteggerla (Garzanti, 2015).

Brunetto Salvarani

Brunetto Salvarani è docente di Teologia della Missione e del Dialogo presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna. Studioso di teologia narrativa ha scritto numerosi contributi sul tema della non violenza ed è considerato uno dei maggiori esperti di dialogo interreligioso. Dirige il movimento e la rivista CEM Mondialità e la rivista QOL di cui è fondatore. Dirige inoltre la collana della EMI Parole delle fedi. Fra le sue ultime pubblicazioni di argomento religioso ricordiamo: Il fattore R. Le religioni alla prova della globalizzazione (EMI, 2012), Non possiamo non dirci ecumenici. Dalla frattura con Israele al futuro comune delle chiese cristiane (Gabrielli, 2014).


Brunetto Salvarani

Brunetto Salvarani è docente di Teologia della Missione e del Dialogo presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna. Studioso di teologia narrativa ha scritto numerosi contributi sul tema della non violenza ed è considerato uno dei maggiori esperti di dialogo interreligioso. Dirige il movimento e la rivista CEM Mondialità e la rivista QOL di cui è fondatore. Dirige inoltre la collana della EMI Parole delle fedi. Fra le sue ultime pubblicazioni di argomento religioso ricordiamo: Il fattore R. Le religioni alla prova della globalizzazione (EMI, 2012), Non possiamo non dirci ecumenici. Dalla frattura con Israele al futuro comune delle chiese cristiane (Gabrielli, 2014).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2015

Città: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipo di evento: incontro

 

San Francesco oggi

Descrizione evento:

Nel giorno del Patrono d’Italia un dialogo tra due teologi sulla figura di San Francesco il cui pensiero è sempre attuale e profondo. In particolare Vito Mancuso nella sua ultima opera “Questa vita. Conoscerla, nutrirla, proteggerla” (Garzanti, 2015) propone di recuperare una rinnovata armonia tra l’uomo e la natura in nome dell’amore. Una visione di speranza in cui i riferimenti francescani sono sempre presenti nella sua riflessione sulla realtà contemporanea.

 

Data: 30 Settembre, 2012

Città: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipo di evento: incontro

 

La vita autentica

Descrizione evento:

Evento realizzato con il contributo della Fondazione Casa del Volontariato di Carpi
Il teologo, saggista, editorialista sostiene che in questo mondo ormai ampiamente globalizzato le religioni possono aumentare la crisi o contribuire a diminuirla, possono generare instabilità oppure equilibrio, possono portare allo scontro di civiltà oppure al dialogo interreligioso. Ma quali sono le condizioni per un dialogo realmente equilibrato tra le religioni, ognuna delle quali è sempre più tesa a rivendicare la propria specifica identità? La proposta di Vito Mancuso consiste nel sostenere che si potrà raggiungere l’equilibrio interreligioso solo a condizione che ogni religione consideri la dimensione etica e la ricerca spirituale come più importanti di se stessa e delle proprie codificazioni.

 

Data: 3 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_spiritualità | Bibbia Grande Codice

Descrizione evento:

La Bibbia è l’immenso lessico e repertorio iconografico, religioso e letterario al quale la cultura occidentale ha attinto nei secoli costituendo un “codice” di riferimento fondamentale. Gabriella Caramore curatrice del programma radiofonico “Uomini e Profeti” di Rai Radio 3 e il teologo Brunetto Salvarani si confronteranno sull’attualità del messaggio biblico nella cultura contemporanea.

 

Data: 6 Ottobre, 2007

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona mistica | Le donne della Bibbia

Descrizione evento:

Storie e destini di Tamar, Raab, Rut e Betsabea: donne scomode al servizio di Dio.

 


Edoardo Raspelli

Edoardo Raspelli è il più celebre critico gastronomico italiano. Dal 1977 al 1981 è stato responsabile della rivista Gambero Rosso e autore della rubrica Il Goloso sul settimanale L’Espresso. Oggi pubblica sul quotidiano la Stampa le proprie recensioni di alberghi e ristoranti. È molto noto al grande pubblico per le sue partecipazioni a programmi televisivi. Dal 1998 conduce ogni domenica mattina il programma Melaverde e ha collaborato alla prima edizione della trasmissione MasterChef Italia.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2015

Città: Carpi

Luogo: Piazza Garibaldi

Tipo di evento: incontro

 

L’Italia del gusto. Un itinerario goloso tra ricette e sapori

Descrizione evento:

Giornalista televisivo e critico enogastronomico, Raspelli ci parla delle trame, dei luoghi, della memoria delle tradizioni che rendono la nostra cucina, il nostro mangiare, la proverbiale ospitalità italiana, qualcosa di unico nel panorama mondiale. Propone ricordi di esperienze culinarie che, grazie al suo popolare programma “Mela Verde”, ha raccolto durante i suoi viaggi, alla ricerca dei piatti più gustosi e suggestivi, per i palati dei golosi e dei curiosi di cibo.

 


Dall’ ”Inferno”… all’ “Infinito”…

Descrizione evento:

Scritto e diretto da Monica Guerritore, regista assistente Enrico Zaccheo, disegno luci Marco Marcucci.
Il reading della grande attrice è tratto dai testi di Dante Alighieri, Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Patrizia Valduga, Giacomo Leopardi, Cesare Pavese. Una lettura di grande impatto emotivo e una presenza scenica tra le più suggestive.

Data: Ottobre 3, 2015

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: recital

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Monica Guerritore

Monica Guerritore Ha esordito giovanissima in un memorabile Giardino dei ciliegi con la regia di Giorgio Strehler che ha dato l’avvio a una splendida carriera costellata di successi. Il teatro è sempre stato il suo ambito espressivo privilegiato e in cui ha realizzato come interprete, autrice e regista spettacoli di grande rilievo che le hanno valso il Premio Moriconi come “Protagonista della scena” nel 2011. Ha recitato anche in numerosi film e fiction televisive.


L’ipocrisia dell’Occidente. Il Califfo, il terrore e la storia

Descrizione evento:

Sono passati più di 1300 anni dalla nascita del primo califfato, sorto nel 632 alla morte del Profeta. Al califfo – guida dell’umma, la comunità musulmana – spettavano poteri esecutivi e giudiziari. E altri cento anni sono trascorsi dalla caduta dell’ultimo khalîfa, avvenuta alla fine della prima guerra mondiale. Eppure di nuovo oggi si torna a parlare di questa entità, assurta agli onori della cronaca mondiale grazie a Abu Bakr al-Baghdadi, il califfo nero dello Stato islamico, leader di migliaia di jihadisti che stanno mettendo a ferro e fuoco l’Iraq e la Siria. Ma qual è lo scopo di questo nuovo califfato? E quali sono i confini geografici della sua azione? Si tratta in effetti del proseguimento in modi e con protagonisti diversi della fitna, la guerra civile tra sunniti e sciiti? O dietro una guerra confessionale si muovono interessi economici e geopolitici, finanziati dagli emiri del Golfo e appoggiati ‘inconsapevolmente’ dall’Occidente che pure pare essere vittima e obiettivo della violenza jihadista? In “L’ipocrisia dell’Occidente” (Laterza, 2015), Franco Cardini, con gli strumenti dello storico, traccia i flussi di questa ‘terza ondata dell’attacco musulmano’ all’Occidente, fornendone una personale chiave interpretativa.

Data: Ottobre 4, 2015

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: incontro con l’autore

conduce Florio Magnanini 

Torna indietro

Ospiti presenti

Franco Cardini

Franco Cardini è uno storico del Medioevo e il suo campo di studi principale è quello della storia delle Crociate cui ha dedicato saggi fondamentali. La sua bibliografia è molto ampia e contrassegnata da opere fondamentali per la ricerca storica. Si è occupato negli ultimi anni del rapporto conflittuale tra occidente e oriente nei saggi: Incontri (e scontri) mediterranei. Il Mediterraneo come spazio di contatto tra culture e religioni diverse (Salerno, 2014) e L’ipocrisia dell’Occidente. Il Califfo, il terrore e la storia (Laterza, 2015).


Marcello Simoni

Marcello Simoni, laureato in Lettere, è ex archeologo e bibliotecario. Ha pubblicato diversi saggi storici, soprattutto per la rivista specialistica Analecta Pomposiana. Molte delle sue ricerche riguardano l’abbazia di Pomposa, con speciale attenzione agli affreschi medievali che raffigurano scene bibliche e dell’Apocalisse. Il suo primo romanzo, Il mercante dei libri maledetti (2011) è un thriller medievale che ruota intorno alla figura di Ignazio da Toledo, mercante di reliquie e a uno sfuggente manoscritto intitolato Uter Ventorum, in grado secondo la leggenda di evocare gli angeli. Seguono altri romanzi di successo tutti editi da Newton Compton, di cui il più recente è L’Abbazia dei cento delitti (2015).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2015

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Giallo d’autore. L’abbazia dei cento delitti

Descrizione evento:

Come un alchimista che mescola sapientemente i suoi ingredienti segreti per trasformare la realtà e gli uomini, così Marcello Simoni sperimenta la formula perfetta per riportare alla luce il periodo più oscuro e misterioso della nostra storia, il Medioevo. I suoi personaggi escono lentamente dall’ombra, illuminati dalla penna dell’autore, percorrono vicoli ciechi delle città, si perdono nelle fondamenta dei palazzi ducali, si confondono tra la plebe nelle piazze e tra i monaci sotto i roghi dell’inquisizione. L’autore cesella i loro volti deformi, la loro pelle torturata, le dita macchiate di inchiostro da amanuense. E infine rivela l’indicibile, il mistero rimasto sepolto per secoli.

 


Nicola Lagioia

Nicola Lagioia è nato a Bari nel 1973 ed esordisce come scrittore nel 2001 con il romanzo Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi) pubblicato da minimum fax con cui vince il premio Lo Straniero. In seguito pubblica con Einaudi il romanzo Occidente per principianti (2004) con cui vince diversi premi e si afferma presso il pubblico. Pubblica racconti in diverse antologie e cura per l’editore minimum fax la collana di narrativa Nichel. Con il romanzo Riportando tutto a casa (Einaudi, 2010) vince il premio Viareggio e infine con La ferocia (Einaudi) si aggiudica il premio Strega.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2015

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Vite violente

Descrizione evento:

Incontro con Nicola Lagioia, vincitore del Premio Strega 2015 con il romanzo “La ferocia” (ed. Einaudi, 2014)
In una calda notte di primavera, una giovane donna cammina nel centro esatto della strada provinciale. è coperta di sangue. A stagliarla nel buio, i fari di un camion sparati su di lei. Quando, poche ore dopo, viene ritrovata morta ai piedi di un autosilo, la sua identità viene finalmente alla luce: è Clara Salvemini, prima figlia della più influente famiglia di costruttori locali. Per tutti è un suicidio. Ma le cose sono davvero andate così? Cosa legava Clara agli affari di suo padre? E il rapporto che la unisce ai tre fratelli – in particolare quello con Michele, l’ombroso, il diverso, il ribelle – può aver giocato un ruolo determinante nella sua morte? Le ville della ricca periferia barese, i declivi di ogni rapida ascesa sociale, una galleria di personaggi indimenticabili, le tensioni di una famiglia in bilico tra splendore e disastro.

 


Piano solo

Descrizione evento:

Patrizio Fariselli, storico membro del gruppo Area, propone in questo concerto i brani del suo album “Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte – Dodici improvvisazioni per pianoforte e modulatore ad anello”. Il Piccolo Atlante delle Costellazioni Estinte si rivolge al cielo senza alcun desiderio di trascendenza, suggestionato da quelle visioni che per un motivo o per l’altro hanno “fallito”, non omologate dalla storia o rimpiazzate da immagini più efficaci o radicate.

Data: Ottobre 3, 2015

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: concerto

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Patrizio Fariselli

Patrizio Fariselli, dopo avere frequentato il Conservatorio di Pesaro, nei primi anni settanta inizia a suonare con musicisti come Demetrio Stratos, Victor Edouard Busnello, Giulio Capiozzo, Patrick Djivas con i quali formerà il gruppo Area a partire dal 1972, insieme a Paolo Tofani e Ares Tavolazzi che sostituirà Djivas. Fariselli sarà uno dei principali compositori delle musiche del gruppo. Dopo quasi un decennio di successi, all’inizio degli anni ottanta l’avventura degli Area si interrompe e riprende solo nel 1997 quando Fariselli registra con Capiozzo e Paolino Dalla Porta l’album Chernobyl 7991. Oltre all’esperienza con gli Area, Fariselli svolge un’intensa attività come compositore realizzando musiche per il cinema e il teatro fino a fondare nel 2000 una propria etichetta discografica, la Curved Light, per la quale pubblicherà i propri album, fra i quali citiamo: Area-variazioni per pianoforte (2005) e Acqua liquida suite (2007).