Antonio Prete

Antonio Prete è uno dei massimi studiosi di Leopardi a livello internazionale. Per molti anni docente di Letterature comparate presso l’Università di Siena, ha tenuto cicli di lezioni e seminari in numerose Università straniere, in particolare a Parigi e a Yale. È anche scrittore e poeta. Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo il saggio classico nell’ultima ristampa del 2006 Il pensiero poetante. Saggio su Leopardi (Feltrinelli) e le opere più recenti Trattato sulla lontananza (Bollati Boringhieri, 2008), All’ombra dell’altra lingua. Per una poetica della traduzione (Bollati Boringhieri, 2011), Compassione. Storia di un sentimento (Bollati Boringhieri, 2013).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

La religiosità della terra. Una fede civile per la salvezza del mondo

Descrizione evento:

Il filosofo Duccio Demetrio ha dedicato molta parte della sua vita al racconto e al valore testimoniale dell’autobiografia. Assieme ad Antonio Prete parlerà dell’importanza simbolica e pratica del ritorno alla terra per un’esistenza alla continua ricerca di senso.

 

Data: 5 Ottobre, 2013

Città: Carpi

Luogo: Cortile d'Onore di Palazzo dei Pio

Tipo di evento: incontro

 

Odissea – Isole del coraggio | Isola seconda: Il coraggio di amare

Descrizione evento:

Maratona di lettura a cura di Antonella Panini
con gli attori e i danzatori di Mechané e Ars Ventuno
Isola seconda: Il coraggio di amare
Installazione La zattera di Odisseo: presidia l’isola Nausicaa
Letture dal libro V al libro VIII del poema omerico
Dalle 18:30 abitano l’isola: Bulgakov, Manzoni, Murakami, Shakespeare
Con la partecipazione di Antonio Prete

 

Data: 5 Ottobre, 2013

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Scelte religiose, scelte di vita

Descrizione evento:

Espedita Fisher, teologa che approfondisce il rapporto tra clausura, eremitismo e società contemporanea e Antonio Prete, intellettuale e docente universitario che, tramite la letteratura, espone il suo punto di vista sui sentimenti umani, dedicando un libro alla “compassione”, dialogheranno su temi sempre attuali ma fuori dal comune quali il monachesimo, la preghiera, la solitudine, il coinvolgimento emotivo verso l’altro da sé.

 

Data: 2 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_filosofica | Per guardare con occhi diversi se stessi e il mondo

Descrizione evento:

Entrambi questi autori si sono soffermati a riflettere sui cambiamenti che la tecnologia ha determinato rispetto alla nostra percezione dello spazio e del tempo. Duccio Demetrio nel saggio “Filosofia del camminare” (Cortina 2005) suggerisce di riscoprire il piacere del camminare liberando la mente senza preoccuparsi di un itinerario prestabilito, ma percependo attraverso i sensi la propria appartenenza fisica alla natura e alla realtà che ci circonda. Anche Antonio Prete nell’opera “Trattato della lontananza” (Bollati Boringhieri 2008) si interroga sulla percezione dell’uomo contemporaneo del proprio “abitare la terra”. Oggi tutto quello che è lontano, isole, deserti, città, avvenimenti, paesaggi, costumi di ignote popolazioni viene verso di noi bruciando il tempo e lo spazio della lontananza. Ma forse l’uomo ha bisogno di orizzonti oltre i quali potere immaginare e sognare mondi sconosciuti, mantenendo una distanza fra sé e l’ignoto.

 


Melania Mazzucco

Melania Mazzucco è nata a Roma nel 1966. Dopo la laurea in Lettere moderne frequenta il Centro sperimentale di cinematografia di Roma e si diploma in sceneggiatura. Nel 1996 pubblica il suo primo romanzo Il bacio della Medusa (Baldini & Castoldi) e in seguito La camera di Baltus (Baldini & Castoldi, 1998) di argomento storico-artistico. Nel 2000 con Rizzoli pubblica Lei così amata che vince diversi premi. Del 2003 è il romanzo Vita (Rizzoli) che reinventa in chiave fantastica e picaresca la vera storia di emigrazione in America del nonno paterno Diamante. Vincitore del premio Strega ha grande fortuna anche all’estero. Dal successivo romanzo del 2005 Un giorno perfetto (Rizzoli) viene poi tratto un film nel 2009 con la regia di Ferzan Ozpetek. La sua carriera è costellata di ulteriori successi fino all’ultima opera del 2013 dal titolo Sei come sei (Einaudi).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 5 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Sei come sei

Descrizione evento:

Nel romanzo “Sei come sei” Eva ha solo undici anni e ha già vissuto sulla sua pelle il rifiuto dei compagni di classe e la sensazione di sentirsi diversa da tutti. Eva ha una famiglia strana alle spalle, vive con uno zio, non ha mai avuto una madre, è figlia di due padri… Una storia complicata e drammatica che la scrittrice riesce, con la sua bravura, a condurre verso una possibile soluzione in nome della sincerità dei sentimenti tra un padre e una figlia al di là delle convenzioni.

 


Libri in piazza. Canzoni e storie on the road | Angus Mc Og in concerto

Descrizione evento:

Letture tratte dai racconti di Flannery O’Connor a cura dei Lettori volontari “Donare voci”
Angus Mc Og, alias Antonio Tavoni, è un giovane chitarrista folk blues che in pieno stile folksinger ha suonato in strada durante lunghi viaggi in Australia e negli Stati Uniti. Sarà accompagnato dalle percussioni e dalla batteria di Lucio Pedrazzi.

Data: Ottobre 4, 2014

Comune: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipologia evento: reading concerto

conduzione e regia di squiLibri 

Torna indietro

Ospiti presenti

Angus Mc Og

Angus Mc Og, dietro questo nome si colloca un progetto musicale che vede in scena sia l’iniziatore Antonio Tavoni, voce e chitarra, sia un gruppo che, accanto a lui, prevede Lucio Pedrazzi alla batteria e Daniele Rossi al violoncello, banjo e tastiere. Il primo album del 2011 Anorak, propone un repertorio tra il folk e il blues di ispirazione americana, mentre nel secondo del 2013, Arnaut, dedicato a Arnaut Daniel, trovatore francese già cantato da Dante e T.S. Eliot, i riferimenti sono alla musica medioevale trobadorica francese.


L’inverno di Diego. Le quattro stagioni della Resistenza

Descrizione evento:

In collaborazione con ANPI di Carpi
Inverno 1943. L’Italia ha dichiarato guerra alla Germania, è nata la Repubblica sociale di Salò ed è scoppiata la guerra civile. Nel frattempo, il giovane Diego Varruti deve scegliere da che parte stare: combattere a fianco dei nazisti insieme al padre gerarca fascista, oppure battersi con Luisa e i suoi compagni partigiani per una nuova Italia, libera e democratica. “L’inverno di Diego” è una grande storia d’amore e di formazione durante i primi mesi di organizzazione della Resistenza partigiana.

Data: Ottobre 5, 2014

Comune: Carpi

Luogo: Libreria La Rocca

Tipologia evento: incontro con l’autore

conduce Giuliano Albarani 

Torna indietro

Ospiti presenti

Roberto Baldazzini

Roberto Baldazzini è nato a Vignola nel 1958. A partire dagli anni Ottanta pubblica sulla rivista Orient Express storie a fumetti con sceneggiature di Daniele Brolli e Lorena Canossa. Escono in seguito con Granata Press i libri a fumetto Ombre d’amore (1990) su testi di Lorena Canossa e Jim (1991) raccontato da Pino Cacucci. Dopo vari libri di fumetti di tema erotico, cambia genere nel 2013 con L’inverno di Diego. Le quattro stagioni della Resistenza per The Box edizioni.


Bob Corn

Tiziano Sgarbi, che utilizza il nome d’arte Bob Corn, inizia la sua carriera di musicista negli anni ’90 con il gruppo grunge Fooltribe. Nel 2001 inizia a comporre canzoni con il nome di Bob Corn e debutterà nel 2004 con il primo album dal titolo Sad punk and pasta for breakfast dando vita a un sound folk dalle melodie intimiste. Sono seguiti altri quattro album, di cui l’ultimo nel 2011, The Watermelon Dream.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipo di evento: incontro

 

Libri in piazza. Canzoni e storie on the road | Bob Corn in concerto

Descrizione evento:

Letture tratte da “Questa terra è la mia terra” di Woody Guthrie a cura dei Lettori volontari “Donare voci”
Bob Corn, alias Tiziano Sgarbi, è il grande padre della musica indipendente in provincia di Modena. Dalle sonorità grunge degli anni ’90 è approdato a un maturo sound che unisce toni blues a un’energia alla Johnny Cash.

 


Monica Pareschi

Monica Pareschi ha svolto per diversi anni l’attività di traduttrice dall’inglese. Lavora anche come editor e cura per Neri Pozza una collana di classici. Ha esordito come scrittrice nel 2014 con la raccolta di racconti È di vetro quest’aria pubblicata da Italic Pequod.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 5 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Premio Loria 2014 | Incontro con gli autori finalisti e premiazione

Descrizione evento:

Letture a cura dei Lettori volontari “Donare voci”
Monica Pareschi autrice di “È di vetro quest’aria” presentata da Davide Bregola
Fabio Geda autore di “Se la vita che salvi è la tua” presentato da Fulvio Ervas
Ermanno Rea autore di “Il sorriso di Don Giovanni” presentato da Antonio Prete
Walter Siti autore di “Exit Strategy” presentato da Loredana Lipperini
Giorgio Fontana autore di “Morte di un uomo felice” presentato da Fulvio Panzeri
La Giuria degli esperti del premio Loria 2014, composta da Davide Bregola, Fulvio Ervas, Loredana Lipperini, Antonio Prete e Fulvio Panzeri ha selezionato i cinque romanzi finalisti scelti fra la produzione narrativa italiana dell’anno in corso. Il premio Loria verrà assegnato in base alle votazioni sia della Giuria degli esperti sia della Giuria dei lettori formata da 15 persone coordinate da Alessandra Burzacchini. Una formula inedita per promuovere i libri di qualità e dare il giusto spazio al parere dei lettori.

 


La religiosità della terra. Una fede civile per la salvezza del mondo

Descrizione evento:

Il filosofo Duccio Demetrio ha dedicato molta parte della sua vita al racconto e al valore testimoniale dell’autobiografia. Assieme ad Antonio Prete parlerà dell’importanza simbolica e pratica del ritorno alla terra per un’esistenza alla continua ricerca di senso.

Data: Ottobre 4, 2014

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: incontro a più voci

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Duccio Demetrio

Duccio Demetrio è direttore scientifico della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, da lui fondata nel 1998 con Saverio Tutino. Le sue ricerche promuovono la scrittura di se stessi, sia per lo sviluppo del pensiero interiore e autoanalitico, sia come pratica filosofica e terapeutica.

Antonio Prete

Antonio Prete è uno dei massimi studiosi di Leopardi a livello internazionale. Per molti anni docente di Letterature comparate presso l’Università di Siena, ha tenuto cicli di lezioni e seminari in numerose Università straniere, in particolare a Parigi e a Yale. È anche scrittore e poeta. Fra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo il saggio classico nell’ultima ristampa del 2006 Il pensiero poetante. Saggio su Leopardi (Feltrinelli) e le opere più recenti Trattato sulla lontananza (Bollati Boringhieri, 2008), All’ombra dell’altra lingua. Per una poetica della traduzione (Bollati Boringhieri, 2011), Compassione. Storia di un sentimento (Bollati Boringhieri, 2013).


Sentimenti felici

Descrizione evento:

Dentro di noi esiste un altro sapere, proveniente da un “luogo interno” sconosciuto: è il posto dell’anima, la fonte della salute, dell’armonia e del benessere. Lo psicologo e psichiatra Raffaele Morelli ci racconterà un po’ di noi e un po’ di ciò che non sappiamo di sapere.

Data: Ottobre 5, 2014

Comune: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipologia evento: incontro

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Raffaele Morelli

Raffaele Morelli è nato a Milano nel 1948. Dopo la laurea in medicina e la specializzazione in psichiatria, dal 1979 dirige l’Istituto Riza che pubblica la rivista Riza psicosomatica e altre opere specializzate con lo scopo di studiare l’uomo come espressione della simultaneità psicofisica riconducendo a questa concezione l’interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura. Oltre a saggi scientifici ha pubblicato numerose opere divulgative di grande successo di cui citiamo le più recenti edite da Mondadori: I segreti dell’amore felice (2013) e Pensa magro (2014).


Caso

Caso è il nome d’arte di Andrea Casali che ha 30 anni e vive a Bergamo. Nel 2005 dopo avere suonato per alcuni anni la batteria in diverse formazioni hardcore-punk, decide di intraprendere l’esperienza solista. Si sposta alla chitarra acustica e prova a raccontarsi con la propria voce. Il suo approccio musicale resta tipicamente punk con aperture verso il folk. Nel 2013 è uscito l’album La linea che sta al centro.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipo di evento: incontro

 

Libri in piazza. Canzoni e storie on the road | Caso in concerto

Descrizione evento:

Letture tratte da “Un anno terribile” di John Fante a cura dei Lettori volontari “Donare voci”
Caso, alias Andrea Casali, ha 32 anni e vive a Bergamo. Chitarra di legno e voce, Caso è il vero outsider del cantautorato italiano. Nei suoi live alterna parole sensibili dietro al microfono a pezzi più rabbiosi, a volte suonati senza amplificazione in piedi su una sedia.

 


Omar Pedrini

Omar Pedrini è nato a Brescia nel 1967. È stato il chitarrista e leader dei Timoria fino al 2003 raggiungendo a metà degli anni novanta ottimi riscontri grazie agli album Viaggio senza vento e 2020 Speedball. Il suo esordio da solista è del 1996 con Beatnik pubblicato quando la sua band era in piena attività. Il suo ultimo disco è uscito nel 2014 con il titolo Che ci vado a fare a Londra?

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2014

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

I libri che mi hanno cambiato la vita, le canzoni che mi hanno salvato

Descrizione evento:

Il recente successo con l’album “Che ci vado a fare a Londra?”, il passato assieme ai Timoria. Omar Pedrini, un rocker curioso che si nutre di passioni artistiche e letterarie, ci parlerà dei poeti e degli scrittori che con un verso o una frase gli hanno cambiato la prospettiva sul mondo.