Nadia Nicoletti

Nadia Nicoletti, maestra elementare dal 1975, vive in Trentino. Dal 2006 cura sul sito ortidipace.org una rubrica in cui racconta le avventure di bambini, in ambienti naturali, tra gioco e pratica educativa. E’ tra i giurati del premio del Roseto di Ginevra, e segue altre manifestazioni internazionali. Ha raccolto le sue esperienza educative nel volume L’insalata era nell’orto. L’orto a scuola e nel tempo libero (Salani, 2009).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_verde | Giardino & orto terapia. Coltivando la terra si coltiva anche la felicità

Descrizione evento:

Come si fa un orto? Dove farlo? In terrazza, sul balcone o in giardino? Peperoni e pomodori, basilico e rosmarino accanto a un cespuglio di rose o di ortensie possono dare benessere e serenità, perché prendersi cura delle piante è anche prendersi cura di se stessi. Pia Pera e Nadia Nicoletti hanno raccontano nei loro libri esperienze di vita sia educative che terapeutiche invitandoci a riflettere sui piccoli ma significativi gesti che possono rinnovare la nostra quotidianità.

 


Emmanuele Bianco

Emmanuele Bianco è nato a Milano nel 1983. Vive e lavora a Roma. Tiratori scelti (Fandango Libri 2010) è il suo primo romanzo, un libro “forte” che racconta la periferia di una grande città italiana come se fosse quella delle “banlieues” parigine, dominate dal crimine e dalle gang, tra disperazione, desiderio di rivolta e una feroce spietatezza.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Officina gastronomica pub

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_nuovi autori | Scritture e narrazioni giovani

Descrizione evento:

Il critico Fulvio Panzeri ha selezionato quattro giovani autori da proporre al pubblico della Festa del racconto. Le loro opere ne hanno attestato talento e originalità. Dalle loro voci ascolteremo l’avventura nel mondo della scrittura letteraria.

 


Zambra Mora

Zambra Mora è un progetto musicale composto da quattro musicisti modenesi: Luca Cacciatore – sax soprano e flautotraverso; Paolo Bedini – chitarra classica e oud; Andrea Moretti – contrabbasso; Lucio Forghieri – cassa flamenco, darboukka e percussioni varie. Il gruppo si è unito nella primavera del 2003, ma i musicisti avevano già alle spalle collaborazioni in varie formazioni musicali e negli ultimi anni si sono orientati verso la tradizione musicale balcanica.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_multietnica | Concerto del gruppo Zambra Mora

Descrizione evento:

Un percorso che parte con tre scrittori balcanici, prosegue con un reading e un personaggio sui generis e si conclude con la musica. La Festa del racconto 2010 viaggia nelle terre dei Balcani per capire oggi ciò che è stato e ciò che sarà.
Concerto
Zambra Mora ovvero “camera araba” e, al tempo stesso, un preciso tipo di flamenco caratterizzato da una forte influenza orientale. Non solo un gruppo dunque, ma un vero e proprio progetto musicale alla scoperta delle sonorità d’Oriente; una ricerca che, nell’ultimo periodo, grazie a numerose collaborazioni e trasferte nei Balcani, ha spostato il suo interesse sulla musica balcanica e zingara.

 


LSD Lezioni di scrittura detergente (2010). Ovvero come fare piazza pulita della paura di scrivere in quattro passate e senza risciacquo

Descrizione evento:

Laboratorio di scrittura condotto da Enrico Remmert
Un corso di scrittura accessibile a tutti, semplice e al contempo utile, che evidenzia i trucchi del mestiere dello scrittore. Un corso dove il pubblico può avere un riscontro diretto, senza filtri, da parte di autori pubblicati, oltre che molti consigli di lettura (immediatamente esaudibili … in Libreria!). Per un pubblico di ogni età

Data: Ottobre 2, 2010

Comune: Carpi

Luogo: Libreria Mondadori

Tipologia evento: laboratorio di scrittura creativa

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Enrico Remmert

Enrico Remmert è nato a Torino nel 1966, dove vive e lavora. Con il suo romanzo d’esordio Rossenotti, (Marsilio, 1997) ha vinto il Premio Chianciano e il Premio Tuscania. Dopo il 2002 ha curato, insieme al poeta Luca Ragagnin, una trilogia dedicata a Bacco, Tabacco e Venere: tre libri tra cui il fortunato Elogio della sbronza consapevole (Marsilio, 2005). Nel 2010 ha pubblicato il romanzo Strade bianche (Marsilio).


Poltrona_cultura | Il ritorno del dinosauro: una difesa della cultura

Descrizione evento:

Piero Dorfles appartiene a una generazione che è cresciuta e si è formata prima dell’avvento del computer. Da questo fatto deriva il titolo ironico del suo ultimo libro “Il ritorno del dinosauro” (Garzanti 2010) anche se l’autore ribadisce di non essere un oppositore del progresso. La sua attenzione è rivolta verso il declino del valore della cultura che trova un terreno fertile nell’espansione delle nuove tecnologie. Prendendo spunto dal cinema, dalla televisione e dal fumetto, Dorfles ci aiuta a capire come le contraddizioni della modernità rischino di impoverire la nostra vita interiore. L’autore propone alcuni antidoti per dare un senso all’esperienza quotidiana senza perdere il contatto con le nostre radici culturali.

Data: Ottobre 3, 2010

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: incontro con l’autore

conducono Guido Conti e Bruno Quaranta 

Torna indietro

Ospiti presenti

Piero Dorfles

Piero Dorfles è giornalista e critico letterario. È responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio Rai, per cui ha curato diversi programmi radiofonici di successo tra cui Il baco del millennio. Ha affiancato Patrizio Roversi e Neri Marcorè nella conduzione della fortunata trasmissione televisiva Per un pugno di libri. Fra i suoi libri ricordiamo Carosello (Il Mulino, 1998) e Il ritorno del dinosauro. Una difesa della cultura (Garzanti Libri, 2010).


Alessandra Appiano

Alessandra Appiano, scrittrice, giornalista ed autrice televisiva. Con il suo primo romanzo Amiche di salvataggio (Sperling & Kupfer) è arrivato il successo di pubblico e la vittoria nel Premio Bancarella 2003. Dal 2004 al 2007 sono usciti Domani ti perdono, Scegli me, Le vie delle signore sono infinite, Le belle e le bestie (tutti per Sperling & Kupfer) che proseguono la descrizione dell’universo femminile contemporaneo. Ha inoltre pubblicato per Mondadori diversi libri umoristici e partecipato ad antologie. A febbraio 2010 è uscito il suo ultimo romanzo, Il cerchio degli amori sospesi, edito da Garzanti.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Palazzo Foresti

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_ sentimenti | Il cerchio degli amori sospesi

Descrizione evento:

Il difficile rapporto madre-figlia viene raccontato da Alessandra Appiano nel romanzo “Il cerchio degli amori sospesi” (Garzanti 2010). Attraverso la storia di Chiara, una donna bellissima e di successo, e della figlia Sofia che ha sofferto in silenzio la freddezza disaffettiva della madre, si delinea una vicenda di rancori e vendette che nascondono l’incapacità di ricercare un rapporto autentico.

 


Mihai Mircea Butcovan

Mihai Mircea Butcovan, di origini romene, vive in Italia dal 1991. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo Allunaggio di un immigrato innamorato (Besa) e nello stesso anno si è aggiudicato il Premio Multietnicità ed Intercultura. Nel 2009 vince il Premio Marenostrum, dedicato alla cultura migrante in Italia. Narratore e poeta, collabora anche con varie riviste e giornali, tra cui l’Internazionale e il Manifesto.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Piazza dei Martiri

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_multietnica | Letteratura dai Balcani

Descrizione evento:

Un percorso che parte con tre scrittori balcanici, prosegue con un reading e un personaggio sui generis e si conclude con la musica. La Festa del racconto 2010 viaggia nelle terre dei Balcani per capire oggi ciò che è stato e ciò che sarà.
Incontro con gli autori
Un interessante confronto tra scrittori sulla rotta dei Balcani: un serbo che narra vicende di migrazione e di paesaggi lontani sempre pronti a ricomparire come luoghi dell’anima; una bosniaca in bilico tra tradizione e innovazione nel confronto ostinatamente conflittuale tra Occidente e Medioriente in un dopoguerra senza fine; una rumena che nei suoi romanzi narra il viaggio e la ferita che i regimi totalitari infliggono come un’ombra malata in chi ne ha subito le conseguenze. La letteratura dei Balcani, qui in Italia, è forte di un passato che ne potenzia originalità e visionarietà. Lontano dalle notizie usa e getta dei media c’è la letteratura, ci sono i libri, che ci fanno capire e ci invitano a riflettere attivamente.

 


Emilio Marrese

Emilio Marrese è redattore di Repubblica dal 1990 nelle sedi di Bologna e Roma. Dal 2006 è al Venerdì di Repubblica, per il quale si occupa di cronaca, costume, spettacolo e sport con inchieste, reportage e interviste. E’ stato inviato alle ultime tre Olimpiadi e agli ultimi tre Mondiali di calcio. E’ autore del romanzo Rosa di Fuoco, (Pendragon, 2010) ambientato nella Barcellona degli anni Trenta, tra guerra civile, amore e calcio.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 1 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_cinema | Incontro con Emilio Marrese, Rolando Ravello e Lorenzo Scurati

Descrizione evento:

A seguire proiezione del film ‘Via Volontè numero 9’ (Italia, 2010)
Ideato e scritto da Rolando Ravello e Emilio Marrese
Regia di Lorenzo Scurati
Il film-documentario, vincitore del Rome Independent Film Festival 2010, narra di una palazzina alla periferia nord di Roma; è la storia di una casa occupata la mattina del 3 novembre 2007 e della gente che la abita: molti precari, ma anche chi un posto fisso ce l’ha. Tutti, però, accomunati dalla difficoltà di vivere dignitosamente nell’Italia di oggi. Da questo incrocio di vite emerge uno spaccato di scottante contemporaneità: una realtà che spesso non vorremmo osservare, ma che si presenta inevitabilmente al nostro sguardo, perché è quella del paese in cui viviamo…

 


Il mondo letterario di Arturo Loria

Descrizione evento:

Con la testimonianza di Gianfranco Draghi
Interventi di Stefano Loria e Bruno Quaranta
Musica ebraica eseguita alla fisarmonica da Claudio Ughetti
Testimonianze inedite e la riscoperta di una parte della biblioteca di Arturo Loria hanno fornito lo spunto per nuove indagini critiche sull’opera dello scrittore carpigiano al quale è intitolato il Premio e la Festa del racconto organizzati nella sua città natale. In questo incontro la monografia dedicata a Loria dalla rivista “Palazzo Sanvitale” sarà presentata dal critico Bruno Quaranta che proporrà una sua personale rilettura dell’opera loriana. Si potrà infine ascoltare un ritratto di Loria raccontato da Gianfranco Draghi, che lo conobbe nella Firenze degli anni ’50.

Data: Ottobre 3, 2010

Comune: Carpi

Luogo: Ex-Casa Loria

Tipologia evento: incontro a più voci e musica

a cura di Anna Prandi e Guido Conti 

Torna indietro

Ospiti presenti

Gianfranco Draghi

Gianfranco Draghi, nato a Bologna nel 1924, giovanissimo si trasferisce a Milano dove studia e milita nel Partito d’Azione; nel settembre 1943 si rifugia in Svizzera, dove frequenta esponenti dell´antifascismo e della cultura europea. Nel 1958 è a Roma dove svolge un’analisi didattica con Ernst Bernhard, l’iniziatore del metodo junghiano in Italia. E’ fra i primissimi presidenti dell’Associazione Italiana di Psicologia Analitica (AIPA) dopo la morte del suo fondatore Bernhard. Attorno alla sua personalità si è formato a Firenze, dove tuttora vive, un gruppo di analisti e allievi che è stato una punta avanzata del panorama culturale degli anni Sessanta e Settanta, influenzando profondamente anche la didattica universitaria adottata a quel tempo all’Istituto di psicologia. Artista eclettico, è pittore, scultore e scrittore.

Stefano Loria

Stefano Loria è nato a Firenze, dove vive e insegna Lettere presso le Scuole medie superiori. Nipote dello scrittore Arturo Loria, si è occupato della conservazione e della valorizzazione delle sue opere in collaborazione con il Gabinetto Vieusseux di Firenze dove è depositato il Fondo Loria. Fa parte della Giuria del Premio Loria.

Bruno Quaranta

Bruno Quaranta nasce a Torino nel 1953 e nella città piemontese segue gli studi di Giurisprudenza. Formatosi al Giornale di Indro Montanelli, è redattore e critico letterario di Tuttolibri, settimanale culturale de La Stampa.

Claudio Ughetti

Claudio Ughetti, fisarmonicista che sa spaziare dal jazz alla musica etnica, dalla musica classica alla musica d’autore, ha collaborato con Pier Angelo Bertoli a varie incisioni ed a numerosi concerti tra cui tre edizioni del Club Tenco. Ha al suo attivo numerose collaborazioni e pubblicazioni.


Poltrona_sentimenti | Se la casa è vuota

Descrizione evento:

Isabella Bossi Fedrigotti, la scrittrice che ha saputo raccontare in modo straordinario la famiglia (ricordiamo in particolare il romanzo “Di buona famiglia” Premio Campiello), si è dedicata in questi anni ad analizzare il rapporto tra genitori e figli sia nella rubrica di lettere che tiene sul Corriere della Sera, sia in articoli ed editoriali di prima pagina. In questo ultimo romanzo “Se la casa è vuota” (Longanesi 2010) racconta il modo in cui sono cambiati i nuclei familiari rilevandone inadeguatezze, disagi, silenzi.

Data: Ottobre 2, 2010

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: incontro con l’autrice

a cura di Valentina Fortichiari 

Torna indietro

Ospiti presenti

Isabella Bossi Fedrigotti

Isabella Bossi Fedrigotti, nata a Rovereto, vive e lavora a Milano. Collabora al Corriere della Sera, con articoli culturali e di costume e cura rubriche di corrispondenza con i lettori. Ha vinto il premio Campiello con Di buona famiglia (Longanesi, 2006) adattato per il teatro da Leonardo Franchini. Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo: Magazzino vita (TEA, 1998), Il catalogo delle amiche (Rizzoli, 1998), Cari Saluti (Rizzoli, 2001). I suoi numerosi libri sono tradotti in varie lingue.