Paolo Naso

Paolo Naso, docente di Scienza politica, insegna anche presso l’Istituto Religioni e culture della Pontificia Università Gregoriana. Laureatosi all’Università Statale di Milano, ha avuto il suo primo incarico presso l’Università di Catania nel 1985. Giornalista pubblicista, è stato a lungo direttore del mensile Confronti e della rubrica TV Protestantesimo (Raidue): in queste funzioni si è occupato del ruolo delle religioni in diversi scenari internazionali, con una particolare attenzione a Medio Oriente, Irlanda del Nord, Balcani, Sud Africa e Stati Uniti, da dove ha realizzato decine di servizi giornalistici. È stato consulente del Ministero per la solidarietà sociale e dell’Ufficio per le politiche della multietnicità del Comune di Roma. Attualmente è impegnato in un progetto di ricerca sull’immigrazione a cura dell’Agenzia Umbria Ricerche e in alcuni programmi della Federazione delle chiese evangeliche in Italia. Scrive saggi per numerose riviste tra le quali Micromega e Limes.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_spiritualità | Religioni in movimento. I nuovi pellegrini

Descrizione evento:

Evento realizzato con il sostegno di L.S. Distribuzioni editoriali
Di fronte a fenomeni di massa come il cammino a Santiago di Compostela, si può parlare di nuovi pellegrini? In quali forme e con quali significati i luoghi sacri della cristianità attirano folle di viandanti di ogni età? Dietro alle mode si nascondono bisogni religiosi e spirituali? Da queste domande prende l’avvio il confronto tra un teologo cristiano (Brunetto Salvarani), un valdese (Paolo Naso) e un sociologo (Enzo Pace).

 


Poltrona_americana | Barack Obama e il sogno americano

Descrizione evento:

L’elezione a Presidente degli Stati Uniti di Barack Obama è stata salutata come la realizzazione del sogno americano, la conferma che in America tutto è possibile, anche il cambiamento più radicale. L’azione politica di Obama nei prossimi anni potrà influenzare il destino del mondo e toccare da vicino la nostra vita. A parlarci di questi temi sarà Gianni Riotta, direttore del Sole 24 ore, corrispondente per molti anni da New York del Corriere della Sera e profondo conoscitore della realtà americana.
Dialogano con lui l’opinionista Mario Adinolfi e la corrispondente dagli USA per la Stampa Francesca Sforza.

Data: Ottobre 4, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: incontro

dialogano con lui Mario Adinolfi e Francesca Sforza 

Torna indietro

Ospiti presenti

Gianni Riotta

Gianni Riotta, palermitano, nel 1976 si trasferisce a Roma dove intraprende la carriera giornalistica. Si trasferisce poi negli Stati Uniti e da New York ha fatto il corrispondente per varie testate giornalistiche tra cui La Stampa, L’espresso e il Corriere della Sera, di cui è stato anche vice-direttore. Nel settembre 2006 è stato nominato direttore del TG1. Dal marzo 2009 è direttore del quotidiano Il Sole 24 ore. Oltre all’attività giornalistica si è dedicato con successo alla narrativa. Fra i suoi libri più recenti citiamo Principe delle nuvole (Rizzoli, 2004) e Alborada (Rizzoli, 2006).


Premio Loria speciale della Giuria 2009 | Incontro con il vincitore Alberto Arbasino

Descrizione evento:

Consegna il premio il Sindaco di Carpi Enrico Campedelli e ne illustra le motivazioni Marco Marchi
In collaborazione con Adelphi
Alberto Arbasino riceve il Premio Loria 2009 speciale della Giuria per il suo libro di racconti “Le piccole vacanze” scritto negli anni ’50 nel clima di reazione della cultura italiana alla chiusura provinciale degli anni precedenti la guerra mondiale e recentemente ripubblicati da Adelphi. E’ un mondo di infanzie “favolose”, di ville sepolte fra gli alberi, di lunghe estati in campagna, ma anche di alberghi di sfollati, di licei bombardati, dei segni lasciati dalla guerra. Un mondo perduto che viene raccontato con un linguaggio nuovo e ancora oggi sorprendente, nella capacità dell’autore di operare una rottura con la forma narrativa tradizionale e adottare uno stile originale, improntato alle forme della conversazione colta e ironica.

Data: Ottobre 3, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Auditorium San Rocco

Tipologia evento: premio Loria

dialoga con l’autore Fulvio Panzeri 

Torna indietro

Ospiti presenti

Alberto Arbasino

Alberto Arbasino, nato a Voghera nel 1930, è uno tra i più noti scrittori e saggisti italiani. Tra i protagonisti del Gruppo 63, la sua produzione letteraria ha spaziato dal romanzo alla saggistica. Romanziere sofisticato e sperimentale compone le sue narrazioni con trame estremamente rarefatte, intervallate da lunghe digressioni metaletterarie. Opinionista e giornalista di costume, critico teatrale e musicale, intellettuale, è presente con suoi articoli sui maggiori quotidiani nazionali. Nel 2004 gli è stato assegnato il Premio Chiara alla carriera.


Anna Maria Mori

Anna Maria Mori, nata a Pola, è giornalista e scrittrice. Ha collaborato al quotidiano La Repubblica dal 1974 al 1995 ed è stata caporedattore del settimanale Annabella. Ha poi lavorato in radio e televisione, realizzando documentari sulla propria terra d’origine trasmessi su Raiuno. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo i romanzi: Nel segno della madre , Ciao maschi, Donne mie belle donne e Bora tutti editi da Frassinelli. Nel 2006 ha pubblicato con Rizzoli il libro autobiografico Nata in Istria. Ha inoltre scritto saggi di argomento sociale dedicati soprattutto al mercato del lavoro e alla condizione femminile.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_maternità | Nove per due. Diventare madre oggi

Descrizione evento:

In collaborazione con Marsilio editore e Associazione La Buona Nascita
Alle donne viene chiesto dalla società di essere coraggiose, di affrontare la maternità consapevoli dei pesanti costi personali di questa scelta: si rischia di perdere il lavoro, di isolarsi dal mondo, di essere relegate in una routine di gesti sempre uguali. Non sempre la famiglia o la rete degli affetti sostiene psicologicamente la giovane madre con il rischio del verificarsi di forme patologiche che conducono alla depressione. Una scrittrice e un medico dialogano tra loro in questo incontro mettendo a confronto esperienze, idee e testimonianze.

 


Giuliano Banfi

Giuliano Banfi nasce a Milano e si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1965 con una tesi in cui il correlatore è Ludovico Belgiojoso. Lavora prima come urbanista per il Ministero dei Lavori Pubblici e in seguito per la Regione Lombardia dove svolge funzioni di coordinatore tecnico per la stesura della prima legge urbanistica regionale e diviene responsabile dei grandi progetti territoriali di interesse regionale. Contemporaneamente è un dirigente del PSI, di corrente lombardiana e consigliere della provincia di Milano. Dal 1980 al 1993 ricopre il ruolo di Assessore. È membro dell’ANED e dell’ANPI.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Ex Sinagoga

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_memoria | Amore e speranza

Descrizione evento:

Corrispondenza tra Julia e Gian Luigi Banfi dal campo di concentramento di Fossoli aprile-luglio 1944
Letture di Lucilla Morlacchi
Interviene Giuliano Banfi, architetto
Conduce Marzia Luppi, Direttrice della Fondazione ex-campo Fossoli.
Il volume “Amore e speranza. Corrispondenza tra Julia e Giangio dal campo di Fossoli aprile-luglio 1944”, curato da Susanna Sala Massari e pubblicato da Archinto nel 2009 ha permesso di rendere noto il carteggio intercorso in circostanze drammatiche, dal marzo all’agosto 1944 tra l’architetto razionalista Gian Luigi Banfi (membro dello studio BBPR) e la moglie Julia Bertolotti. Sono messaggi di grande valore intellettuale, morale ed affettivo che esprimono la realtà dell’esistenza precaria nella Milano occupata dai tedeschi, nel carcere di San Vittore e nel campo di concentramento di Fossoli, e ora stampati grazie alla cura e all’amore del figlio della coppia, l’architetto Giuliano Banfi.

 


Silvia Ronchey

Silvia Ronchey insegna Filologia classica e Civiltà bizantina all’Università di Siena. E’ un’apprezzata saggista e divulgatrice della storia antica, molto nota grazie agli articoli e alle rubriche pubblicati nei periodici La Stampa e Tuttolibri. Collabora ai programmi culturali della RAI. Tra i suoi ultimi saggi ricordiamo L’enigma di Piero (Rizzoli, 2006), con cui ha vinto il Premio Elsa Morante 2006 e Il guscio della tartaruga. Vite più che vere di persone illustri (Nottetempo, 2008).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_nottetempo | Il passato ha un futuro nel cuore

Descrizione evento:

In collaborazione con edizioni Nottetempo
Agostino, Balzac, Freud, Pitagora, Teresa D’Avila, Voltaire, Zenone…che cos’hanno in comune questi personaggi? Ce lo rivela Silvia Ronchey in un libro nel quale disegna i ritratti di 65 uomini e donne illustri, proponendo di ognuno un particolare intimo, un indizio che ne possa svelare il segreto. Da questo gioco degli specchi scaturisce un racconto a più voci nel quale i protagonisti acquistano una nuova, inaspettata, freschezza.

 


Poltrona_Guanda | Incontro con Catherine Dunne

Descrizione evento:

Evento realizzato con il sostegno di Sintesi Fashion Group
Dopo il fortunato esordio con il romanzo “La metà di niente” la scrittrice irlandese Catherine Dunne ha confermato nei successivi libri una grande sensibilità nell’indagare il mondo interiore dei suoi personaggi con un’attenzione particolare alla condizione delle donne. Oggi è un’autrice di grande successo in tutto il mondo.
Dialoga con lei Paola Calvetti che ha dedicato il suo ultimo libro “Noi due come un romanzo” alla letteratura femminile.

Data: Ottobre 3, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: incontro con l’autrice

dialoga con l'autrice Paola Calvetti 

Torna indietro

Ospiti presenti

Catherine Dunne

Catherine Dunne vive a Dublino dove è nata nel 1954. Laureata in inglese e spagnolo al Trinity College di Dublino, insegna inglese alla Greendale Community School di Kilbarrack, la stessa in cui ha insegnato Roddy Doyle. Nel 1990 vince il “Gerard Manley Hopkins Summer School Poetry Prize”. L’anno del suo primo romanzo è il 1997, il titolo: In the beginning (trad it. La metà di niente), l’analisi della fine di un matrimonio, della sopravvivenza e rinascita di una moglie dopo il trauma dell’abbandono da parte del marito. E’ un esordio folgorante che la porta al successo in tutto il mondo. Seguono altri romanzi che ne confermano l’originalità e il talento, tutti tradotti e pubblicati in Italia da Guanda. Ricordiamo in particolare La moglie che dorme (1999), Il viaggio verso casa (2000), Una vita diversa (2002), L’amore o quasi (2006), Se stasera siamo qui (2008).


Poltrona_spiritualità | Religioni in movimento. I nuovi pellegrini

Descrizione evento:

Evento realizzato con il sostegno di L.S. Distribuzioni editoriali
Di fronte a fenomeni di massa come il cammino a Santiago di Compostela, si può parlare di nuovi pellegrini? In quali forme e con quali significati i luoghi sacri della cristianità attirano folle di viandanti di ogni età? Dietro alle mode si nascondono bisogni religiosi e spirituali? Da queste domande prende l’avvio il confronto tra un teologo cristiano (Brunetto Salvarani), un valdese (Paolo Naso) e un sociologo (Enzo Pace).

Data: Ottobre 3, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: incontro a più voci

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Paolo Naso

Paolo Naso, docente di Scienza politica, insegna anche presso l’Istituto Religioni e culture della Pontificia Università Gregoriana. Laureatosi all’Università Statale di Milano, ha avuto il suo primo incarico presso l’Università di Catania nel 1985. Giornalista pubblicista, è stato a lungo direttore del mensile Confronti e della rubrica TV Protestantesimo (Raidue): in queste funzioni si è occupato del ruolo delle religioni in diversi scenari internazionali, con una particolare attenzione a Medio Oriente, Irlanda del Nord, Balcani, Sud Africa e Stati Uniti, da dove ha realizzato decine di servizi giornalistici. È stato consulente del Ministero per la solidarietà sociale e dell’Ufficio per le politiche della multietnicità del Comune di Roma. Attualmente è impegnato in un progetto di ricerca sull’immigrazione a cura dell’Agenzia Umbria Ricerche e in alcuni programmi della Federazione delle chiese evangeliche in Italia. Scrive saggi per numerose riviste tra le quali Micromega e Limes.

Enzo Pace

Enzo Pace è docente di Sociologia della religione presso l’Università di Padova. Ha collaborato con L’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Si occupa di movimenti carismatici, di fondamentalismi religiosi contemporanei nonché di sociologia dell’Islam. Tra i suoi libri più recenti citiamo: Raccontare Dio. La religione come comunicazione (Il Mulino, 2008), Introduzione alla sociologia delle religioni (Carocci, 2007), Perché le religioni scendono in guerra? (Laterza, 2006).