Antonella Cilento

Antonella Cilento è nata nel 1970 a Napoli dove vive e insegna scrittura creativa dal 1993. Nel 1998 è stata finalista del Premio Calvino e ha vinto il Premio Pier Vittorio Tondelli nel 1999. Ha scritto numerosi testi per il teatro e cortometraggi per Mario Martone e Sandro Dionisio e racconti e romanzi fra i quali ricordiamo Una lunga notte (Guanda, 2002), Neronapoletano (Guanda, 2004), Napoli sul mare luccica (Laterza, 2006) e Isole senza mare (Guanda, 2009). Ha ideato e conduce il Laboratorio di scrittura creativa Lalineascritta dal 1993 e dirige, con Giovanni Accardo, la scuola Le Scimmie presso l’UPAD di Bolzano.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipo di evento: incontro

 

Laboratorio di scrittura con Antonella Cilento

Descrizione evento:

A cura della Cooperativa Ai Confini
Antonella Cilento accompagnerà i lettori nel mondo della scrittura. Lo farà a partire dai suoi libri più recenti e parlerà di lettura e di narrativa, cercando di dare spunti di riflessione e consigli per portare a compimento un testo letterario il più possibile consapevole e fatto ad arte.

 


Luca Martini

Luca Martini è nato a Bologna, dove tuttora vive. Laureato in giurisprudenza, esercita dal 2002 la professione di agente di commercio nel settore dell’edilizia. Ha pubblicato nel 2001 la raccolta di poesie Per un attimo indelebile, pubblicata da I miei colori di Pontassieve (Firenze). Nel 2004 esce la sua seconda raccolta di poesie Riflessi d’interno, per Bonomo di Bologna. Nel dicembre 2006 è la volta, per Girali, della terza silloge Partitura compiuta per pensieri distratti. Scrive racconti dal 2004. Alcuni sono stati pubblicati su riviste, mentre tre sono stati inclusi nell’antologia Scrivi con lo scrittore 2006/2007, edito da Giraldi. Un suo racconto, Un comunista, ha vinto il XII Premio Loria

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Premio Loria 2009 | Sezione inediti

Descrizione evento:

Consegna il premio l’Assessore alla Cultura Alberto Bellelli e ne illustra le motivazioni Stefano Loria
Interviene Luca Martini, vincitore del Premio Loria inediti 2008
Gli scrittori finalisti e il vincitore della sezione inediti del Premio Loria raccontano la loro esperienza di scrittura e leggono brani dei loro racconti. L’antologia dei racconti è pubblicata in volume da Marcos y Marcos.

 


Valter Malosti

Valter Malosti dagli anni Novanta è animatore e interprete del Teatro di Dioniso, con cui ha portato in scena diversi spettacoli che hanno ottenuto importanti riconoscimenti, ad esempio il Premio Hystrio alla regia nel 2004. Dopo avere lavorato come attore con registi come Ronconi, Tiezzi, Vacis e altri, ha realizzato numerose regie, avvalendosi anche della collaborazione dell’attrice Michela Cescon.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Teatro Comunale

Tipo di evento: incontro

 

Poe - Concerto di tenebre

Descrizione evento:

Dai racconti di Edgar Allan Poe tradotti da Giorgio Manganelli
Per voce, strumenti e live electronics
Un progetto di e con Valter Malosti
In scena con G.U.P. Alcaro, (suoni, live elecronics), Luca Andrioli, (strumenti), Elena Serra
Produzione Teatro di Dioniso
Nel bicentenario della nascita di Edgar Allan Poe (1809-1849), un omaggio al suo genio attraverso uno spettacolo in cui la musica, intesa come flusso ininterrotto di suoni, dà pieno risalto alla potenza espressiva delle sue narrazioni, che devono ingannare e al tempo stesso incantare, conducendo lo spettatore in un mare di tenebre, sulla soglia dell’abisso, attraverso un uso istrionico e misterioso delle parole. Sulla scena Malosti/Poe, una specie di vampiresco mago ottocentesco con la sua assistente, attraverso la lingua della versione di Giorgio Manganelli, dialogherà con le ombre, i sogni e le visioni evocate dai racconti e dalle poesie del grande scrittore.

 


Premio Loria 2009 | Sezione inediti

Descrizione evento:

Consegna il premio l’Assessore alla Cultura Alberto Bellelli e ne illustra le motivazioni Stefano Loria
Interviene Luca Martini, vincitore del Premio Loria inediti 2008
Gli scrittori finalisti e il vincitore della sezione inediti del Premio Loria raccontano la loro esperienza di scrittura e leggono brani dei loro racconti. L’antologia dei racconti è pubblicata in volume da Marcos y Marcos.

Data: Ottobre 4, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: premio Loria

conduce Alessandra Burzacchini 

Torna indietro

Ospiti presenti

Stefano Loria

Stefano Loria è nato a Firenze, dove vive e insegna Lettere presso le Scuole medie superiori. Nipote dello scrittore Arturo Loria, si è occupato della conservazione e della valorizzazione delle sue opere in collaborazione con il Gabinetto Vieusseux di Firenze dove è depositato il Fondo Loria. Fa parte della Giuria del Premio Loria.

Luca Martini

Luca Martini è nato a Bologna, dove tuttora vive. Laureato in giurisprudenza, esercita dal 2002 la professione di agente di commercio nel settore dell’edilizia. Ha pubblicato nel 2001 la raccolta di poesie Per un attimo indelebile, pubblicata da I miei colori di Pontassieve (Firenze). Nel 2004 esce la sua seconda raccolta di poesie Riflessi d’interno, per Bonomo di Bologna. Nel dicembre 2006 è la volta, per Girali, della terza silloge Partitura compiuta per pensieri distratti. Scrive racconti dal 2004. Alcuni sono stati pubblicati su riviste, mentre tre sono stati inclusi nell’antologia Scrivi con lo scrittore 2006/2007, edito da Giraldi. Un suo racconto, Un comunista, ha vinto il XII Premio Loria


Boris Pahor

Boris Pahor, triestino, dopo essersi laureato in Lettere all’ Università di Padova, torna nella sua città natale dove si dedica all’insegnamento della letteratura italiana. Nel 1940 viene arruolato nell’esercito italiano e mandato sul fronte in Libia. Dopo l’otto settembre torna a Trieste, dove decide di unirsi alle truppe partigiane slovene.. Nel 1944 è catturato dai nazisti e internato in vari campi di concentramento. Nel 1975 pubblica Edvard Kocbek: testimone della nostra epoca: un libro-intervista, in cui denuncia il massacro di 12.000 prigionieri di guerra, appartenenti alla milizia anti-comunista slovena, e i crimini delle foibe. Il libro provoca durissime reazioni da parte del governo jugoslavo tanto che a Pahor viene vietato l’ingresso in Jugoslavia. . La sua opera più nota è Necropoli (Fazi, 2008) romanzo autobiografico sulla sua prigionia nei lager nazisti. I suoi libri solo in questi ultimi anni sono stati pubblicati in Italia e hanno consentito al pubblico di conoscere questo scrittore straordinario, candidato al Premio Nobel.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Auditorium San Rocco

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_memoria | Incontro con Boris Pahor

Descrizione evento:

In collaborazione con Zandonai editore
Il libro “Necropoli” pubblicato nel 2008 ha fatto conoscere al pubblico italiano questo straordinario scrittore, nato a Trieste nel 1913, segnalato più volte all’Accademia di Svezia per l’assegnazione del Premio Nobel e insignito di molti premi in tutto il mondo. Nei suoi libri la terribile esperienza della deportazione nei lager nazisti lo porta a raccontare il tortuoso incubo del senso di colpa del sopravvissuto, di chi è tornato, dal quale è quasi impossibile liberarsi. In questo incontro lo scrittore ci parlerà in particolare dei due libri pubblicati con Zandonai editore: “Petalo giallo” e “Il rogo nel porto” .

 


Lucilla Morlacchi

Lucilla Morlacchi è una delle attrici più affermate del teatro italiano. Diplomata all’Accademia Filodrammatici nel 1956, inizia la sua carriera recitando con Ernesto Calindri. Diretta da Luchino Visconti, recita in Arialda di Giovanni Testori e nel Giardino dei Ciliegi di Cechov. Al teatro stabile di Genova ha interpretato testi di Euripide, Shakespeare, Goldoni, Pirandello. Tra i film, Il Gattopardo di Visconti, Un Amore di Gianni Vernuccio e Una storia milanese di Eriprando Visconti. Per il teatro ha inoltre interpretato Majakovskij e La Monaca di Monza di Testori, oltre alle sue letture de Il Vangelo Secondo Matteo, la Divina Commedia e Giorni Felici di Beckett. Nel 2008 è stata Suor Aloisia ne Il dubbio di John Patrick Shanley per la regia di Sergio Castellitto, interpretazione grazie alla quale ha vinto il Premio Flaiano 2009. Nella sua lunga carriera ha ottenuti numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Duse e il Premio Ruggeri.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Ex Sinagoga

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_memoria | Amore e speranza

Descrizione evento:

Corrispondenza tra Julia e Gian Luigi Banfi dal campo di concentramento di Fossoli aprile-luglio 1944
Letture di Lucilla Morlacchi
Interviene Giuliano Banfi, architetto
Conduce Marzia Luppi, Direttrice della Fondazione ex-campo Fossoli.
Il volume “Amore e speranza. Corrispondenza tra Julia e Giangio dal campo di Fossoli aprile-luglio 1944”, curato da Susanna Sala Massari e pubblicato da Archinto nel 2009 ha permesso di rendere noto il carteggio intercorso in circostanze drammatiche, dal marzo all’agosto 1944 tra l’architetto razionalista Gian Luigi Banfi (membro dello studio BBPR) e la moglie Julia Bertolotti. Sono messaggi di grande valore intellettuale, morale ed affettivo che esprimono la realtà dell’esistenza precaria nella Milano occupata dai tedeschi, nel carcere di San Vittore e nel campo di concentramento di Fossoli, e ora stampati grazie alla cura e all’amore del figlio della coppia, l’architetto Giuliano Banfi.

 


Vincenzo Latronico

Vincenzo Latronico è laureato in Filosofia all’Università Statale di Milano. Dopo numerose traduzioni letterarie dal francese e dall’inglese, si è cimentato con la scrittura letteraria e ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo dal titolo Ginnastica e rivoluzione edito da Bompiani, nel quale un gruppo di ragazzi nella Parigi del 2001 si prepara a partecipare al G8 di Genova allestendo una piccola agenzia di stampa indipendente.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Scritture giovani

Descrizione evento:

Il critico Fulvio Panzeri ha selezionato quattro giovani autori da proporre al pubblico della Festa del racconto. Le loro opere ne hanno attestato il talento e l’originalità, dalla loro voce ascolteremo la loro avventura nel mondo della scrittura letteraria.

 


Poltrona_cinema | Incontro con Giuseppe Piccioni e proiezione 'Giulia non esce la sera'

Descrizione evento:

A seguire Proiezione del film “Giulia non esce la sera” (Italia, 2009), regia di Giuseppe Piccioni
Regista e sceneggiatore, Giuseppe Piccioni è uno degli autori più interessanti del cinema italiano. Nato nel 1953 ha esordito nel 1987 con il lungometraggio “Il grande Blek” che ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Successivamente in particolare con i film “Chiedi la luna” del 1991, “Fuori dal mondo” del 1999 e “Luce dei miei occhi” del 2001 raggiunge anche il successo del pubblico oltre al conseguimento di molti premi. Nei suoi film Piccioni ha da sempre riflettuto sulle conseguenze di amori tormentati, finiti o impossibili, concentrandosi su figure umane marginali, distaccate dal mondo ma desiderose di farne parte. Anche a questa poetica appartiene l’ultimo film “Giulia non esce la sera” con Valeria Golino e Valerio Mastandrea dove ancora una volta è l’amore a legare i personaggi principali.

Data: Ottobre 4, 2009

Comune: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipologia evento: incontro e proiezione

a cura di Tullio Masoni 

Torna indietro

Ospiti presenti

Giuseppe Piccioni

Giuseppe Piccioni, nato ad Ascoli Piceno, frequenta la Scuola Cinematografica Gaumont e si laurea in Sociologia all’Università di Urbino. Dopo aver fondato la casa di produzione Vertigo, debutta nel 1987 con Il grande Blek. Il film ottiene numerosi riconoscimenti, tra cui un Nastro d’Argento e il Premio De Sica per il giovane cinema italiano, e viene presentato con successo alla Selezione Ufficiale del Festival di Berlino. Con Chiedi la luna, vince la Grolla d’Oro per la miglior regia. Seguono Condannato a nozze e Cuori al verde, commedia agrodolce su tre quarantenni in crisi. Nel 1999 realizza Fuori dal mondo, che ottiene 5 David di Donatello, 4 Ciak d’Oro e numerosi premi internazionali.Nel 2001 partecipa alla 58esima Mostra del Cinema di Venezia con Luce dei miei occhi, film che vale la Coppa Volpi ad entrambi i protagonisti, Luigi Lo Cascio e Sandra Ceccarelli. Nel 2009 ha girato, con Valeria Golino Valerio Mastandrea, Giulia non esce la sera, un diario intimo che scava nei sentimenti e nelle relazioni interpersonali.


Carlo Alberto Parmeggiani

Carlo Alberto Parmeggiani, nato a Carpi nel 1949, dopo una laurea discussa con Luciano Anceschi con tesi sullo spazio dell’immaginario nella letteratura, prende a viaggiare, rincorrendo pensieri e mestieri disuguali, dal bookmaker alle corse dei cavalli al répétiteur des mathématiques in istituti di cultura ginevrini. Concorre e vince un posto di insegnante nelle scuole superiori nella città da cui era partito e dove, nottetempo, aveva incominciato a scrivere romanzi, note di costume e racconti brevi pubblicati dall’editore Carte Scoperte di Milano come A tempo debito (2006) e La malapiega (2007), e dall’editore Zandonai di Rovereto di Trento con La vera storia di Leon Pantà (2007). Considerato da Remo Ceserani come un nuovo autore fra i più “convincenti della contemporaneità”, da Edmondo Berselli quale “sulfureo, infido, notevole scrittore”, di lui hanno parlato in toni lusinghieri anche Antonio Prete, Lidia Ravera e Dacia Maraini.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_narrazioni | Raccontare, raccontarsi. Forme e modi del racconto nella letteratura contemporanea

Descrizione evento:

In collaborazione con Zandonai editore
Nel nostro tempo sempre più veloce il racconto breve sembra essere destinato a diventare una delle forme più utilizzate da scrittori e registi per descrivere e narrare la realtà. Piero Dorfles con la sua rara capacità di illuminare di nuovi significati temi d’attualità culturale apre la Festa del racconto 2009, svelando la trama che dà unità e coerenza al programma degli eventi. Dialoga con lui lo scrittore Carlo Alberto Parmeggiani, autore di romanzi e racconti e collaboratore di riviste e case editrici.

 


Luigi Brioschi

Luigi Brioschi è nato e ha studiato a Milano, dove si è laureato in legge. E’ stato traduttore (Updike, Vonnegut, Fiedler, Dos Passos, De Quincey, O’Henry), editor di narrativa, poi condirettore editoriale alla Rizzoli. Dal 1984 al 1987 è stato consulente della Longanesi. Dal 1988 è direttore editoriale della Guanda. Dal 1999 è presidente della Guanda, direttore editoriale e consigliere d’amministrazione della Longanesi, consigliere della Corbaccio. Fa inoltre parte del consiglio della Fondazione Pietro Bembo, che pubblica, in collaborazione con

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 2 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria e Sala espositiva Biblioteca Loria

Tipo di evento: incontro

 

Guido Scarabottolo, il gioco delle regole. Mostra di opere grafiche e ritratti di scrittori

Descrizione evento:

Inaugurazione con interventi di:
Luigi Brioschi, direttore casa editrice Guanda
Paolo Cioni, direttore casa editrice Mattioli
Guido Conti, curatore della mostra e del catalogo edito da Mattioli
Al termine aperitivo offerto da Cookies
Guido Scarabottolo ha firmato con il suo inconfondibile segno grafico le copertine dei libri della collana di narrativa di Guanda. In questa mostra espone per la prima volta i suoi ritratti di scrittori, fra i quali anche quello di Arturo Loria. Il catalogo, pubblicato da Mattioli, propone una lettura della sua opera a cura di Guido Conti.