Edoardo Boncinelli

Edoardo Boncinelli, nato a Rodi nel 1941, è uno dei più noti scienziati italiani. Studioso di genetica umana, ha diretto il laboratorio di Biologia Molecolare dello Sviluppo presso l’Istituto scientifico dell’ospedale San Raffaele e Direttore di Ricerca presso il Centro per lo Studio della Farmacologia Cellulare e Molecolare del CNR di Milano. Ha dedicato molti anni allo studio dei geni che regolano la disposizione e la formazione delle varie parti del corpo umano, ottenendo apprezzamenti a livello internazionale. Ottimo divulgatore ha scritto numerosi libri di successo quali “Verso l’immortalità?” (Cortina, 2005), “Le forme della vita” (Einaudi, 2007) e “Come nascono le idee” (Laterza, 2008).

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_spiritualità | L’anima e il suo destino

Descrizione evento:

Nel saggio “L’anima e il suo destino” (Cortina, 2007) il teologo Vito Mancuso ha affrontato gli argomenti classici della riflessione religiosa: l’esistenza e l’immortalità dell’anima e il suo destino di salvezza o perdizione, con un taglio nuovo, non dogmatico e aperto al dialogo con la scienza e la filosofia. Si confronterà con lui lo scienziato Edoardo Boncinelli, esperto di genetica umana. Conduttore e moderatore sarà Brunetto Salvarani, studioso di tematiche legate al dialogo tra le religioni.

 


Milena Agus

Milena Agus, nata a Genova ma di origine sarda, vive a Cagliari dove insegna Lettere in una scuola media superiore. Al suo primo romanzo “Mentre dorme il pescecane” (Nottetempo, 2005), ristampato due volte in pochi mesi, è seguito “Mal di pietre” (Nottetempo, 2006), l’opera che l’ha rivelata al mondo intero (tradotto in cinque lingue, in testa alle classifiche in Francia) e che l’ha imposta come una delle autrici più interessanti della narrativa italiana contemporanea. Sempre per Nottetempo nel 2008 è uscito il romanzo “Ali di babbo”.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 3 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_narrazioni | La lingua delle origini

Descrizione evento:

In collaborazione con Edizioni Nottetempo e Cookies kitchen & bar
La lingua d’origine diventa spesso la chiave vincente dello stile di uno scrittore. Ne parlano due autori lontanissimi per origine e provenienza: Milena Agus, sarda, che fa della contaminazione dialettale uno dei tratti distintivi della sua scrittura, e Adrian Bravi, argentino, che romanzo dopo romanzo ha affinato l’italiano, sua lingua “letteraria”, incrociandolo con espressioni e musicalità tipiche della lingua madre. Dialoga con gli autori Antonio Prete, saggista e critico, narratore e traduttore, fine conoscitore dei mondi linguistici e letterari della narrativa contemporanea.

 


Poltrona_matematica | Un matematico impenitente

Descrizione evento:

In collaborazione con edizioni Longanesi
Con i suoi libri Piergiorgio Odifreddi offre spunti originali per riflettere sulle grandi questioni filosofiche, religiose e scientifiche del nostro tempo. Il suo sguardo è quello del logico e del matematico, che osserva i fenomeni e gli uomini senza pregiudizi, cercando di squarciare il velo che ci impedisce di conoscere la realtà.

Data: Ottobre 4, 2008

Comune: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipologia evento: incontro

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Piergiorgio Odifreddi

Piergiorgio Odifreddi è un matematico, logico e saggista. Ha scritto decine di libri di storia della scienza, filosofia, politica e religione. Ha dialogato con Ratzinger e con cinquanta premi Nobel, con scrittori e artisti. Collabora con quotidiani, settimanali, riviste scientifiche e reti televisive. Tra i suoi libri ci piace ricordare Perché non possiamo essere cristiani, e meno che mai cattolici. (Longanesi), C’era una volta un paradosso (Einaudi), Come stanno le cose (riferimento per questa conferenza), Il museo dei numeri e Il giro del mondo in 80 pensieri (tutti per Rizzoli).


Cielo. Concerto per una voce danzante ed un corpo sonoro

Descrizione evento:

di e con Paola Turci e Giorgio Rossi
L’idea di questo concerto danzato nasce dalla necessità di accostare il canto di una donna alla danza di un uomo, una voce semplice ad un corpo semplice. La condivisione di uno spazio scenico è lo stimolo che guida il canto di Paola Turci a modulare i gesti di Giorgio Rossi e, viceversa, il movimento di uno ad entrare nelle parole dell’altra con ritmi e dentro spazi di azione flessibili e sempre diversi. Partendo dal repertorio dei due artisti la contaminazione non ha limite e le arti si condurranno attraverso percorsi insoliti e territori inesplorati.

Data: Ottobre 5, 2008

Comune: Carpi

Luogo: Piazza Garibaldi

Tipologia evento: concerto con danza

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Paola Turci

Paola Turci, cantautrice fra le più apprezzate, esordisce nel 1986 al Festival di Sanremo con il brano “L’uomo di ieri” che vince il Premio della Critica. Il brillante inizio di carriera viene interrotto nel 1993 da un incidente automobilistico che la costringe ad assentarsi dalle scene musicali. Due anni dopo ritorna in attività con uno stile più vicino al rock. Dal 2002 riprende i panni della cantautrice e quindi collabora con il danzatore e coreografo Giorgio Rossi per la realizzazione dello spettacolo “Cielo”, dove Paola propone canzoni lente e avvolgenti accompagnate dalla chitarra classica.

Giorgio Rossi

Giorgio Rossi è uno dei più importanti coreografi e danzatori italiani. Inizia la sua carriera nel 1980 entrando nella compagnia Teatro e Danza La Fenice di Venezia diretta da Carolyn Carlson. Tra il 1982 e il 1984 lavora come solista e poi crea l’assolo “Questo e quell’altro” per il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano. Nel 1984 è cofondatore della compagnia Sosta Palmizi con la quale, in qualità di danzatore e coreografo, crea numerosi spettacoli. Collabora con Lindsay Kemp per l’allestimento dello spettacolo “Alice”. Partecipa a rassegne internazionali ottenendo numerosi riconoscimenti.


Enrico Vaime

Enrico Vaime, nato a Perugia nel 1936, dopo la laurea in Giurisprudenza a Napoli, entra nella Rai dove rimane per due anni. Debutta come autore di numerosi programmi televisivi di successo come “Quelli della domenica”, “Canzonissima”, “Tante scuse”, “Risatissima”. Ha scritto commedie e musical teatrali, in collaborazione con la coppia Garinei e Giovannini. Come scrittore ha pubblicato sedici libri umoristici, tra cui “Amare significa”, “Tutti possono arricchire tranne i poveri”, “Non contate su di me” e i recenti, con Aliberti editore, “Quando la rucola non c’era” e “I cretini non sono più quelli di una volta”.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 5 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Municipio

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona umorismo | Ridere con Enrico Vaime

Descrizione evento:

In collaborazione con Aliberti editore
Enrico Vaime è noto al grande pubblico per la sua conduzione di programma radiofonici e televisivi di successo e la realizzazione, con Garinei e Giovannini, di musical teatrali che hanno fatto epoca. Ha scritto numerosi libri nei quali si rivela la sua vena di fine umorista, capace di sorridere con caustica ironia sui vizi e le manie della società contemporanea. In particolare in questo incontro ci parlerà degli ultimi due volumi – “Quando la rucola non c’era” e “I cretini non sono più quelli di una volta” – entrambi usciti presso Aliberti editore.

 


Paola Turci

Paola Turci, cantautrice fra le più apprezzate, esordisce nel 1986 al Festival di Sanremo con il brano “L’uomo di ieri” che vince il Premio della Critica. Il brillante inizio di carriera viene interrotto nel 1993 da un incidente automobilistico che la costringe ad assentarsi dalle scene musicali. Due anni dopo ritorna in attività con uno stile più vicino al rock. Dal 2002 riprende i panni della cantautrice e quindi collabora con il danzatore e coreografo Giorgio Rossi per la realizzazione dello spettacolo “Cielo”, dove Paola propone canzoni lente e avvolgenti accompagnate dalla chitarra classica.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 5 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Piazza Garibaldi

Tipo di evento: incontro

 

Cielo. Concerto per una voce danzante ed un corpo sonoro

Descrizione evento:

di e con Paola Turci e Giorgio Rossi
L’idea di questo concerto danzato nasce dalla necessità di accostare il canto di una donna alla danza di un uomo, una voce semplice ad un corpo semplice. La condivisione di uno spazio scenico è lo stimolo che guida il canto di Paola Turci a modulare i gesti di Giorgio Rossi e, viceversa, il movimento di uno ad entrare nelle parole dell’altra con ritmi e dentro spazi di azione flessibili e sempre diversi. Partendo dal repertorio dei due artisti la contaminazione non ha limite e le arti si condurranno attraverso percorsi insoliti e territori inesplorati.

 


Poltrona_madre | Donna, madre e sposa: idee e scritture a confronto

Descrizione evento:

L’immaginario femminile relativo alla maternità può essere raccontato nella letteratura e nel cinema attingendo a storie di vita e a stereotipi culturali appartenenti alla tradizione ma anche veicolati dalla pubblicità e dal consumismo. In questo incontro dialogano tra loro una scrittrice italiana e una albanese e si confrontano con una regista che si è occupata di questi temi.

Data: Ottobre 4, 2008

Comune: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipologia evento: 

conduce Fabiana Sargentini 

Torna indietro

Ospiti presenti

Letizia Muratori

Letizia Muratori, giornalista romana, si occupa di cinema. Il suo primo racconto “Saro e Sara” è stato pubblicato con successo nell’antologia “Ragazze che dovresti conoscere” (Einaudi Stile Libero Big, 2004). Anche i due successivi romanzi, “Tu non c’entri” e “La vita in comune”, sono usciti da Einaudi. Nel 2008 Adelphi ha pubblicato la raccolta di due racconti “Casa madre”.

Anilda Ibrahimi

Anilda Ibrahimi, nata a Valona nel 1972, ha studiato letteratura a Tirana. Nel 1994 ha lasciato l’Albania, trasferendosi prima in Svizzera e poi, dal 1997, in Italia. “Rosso come una sposa” (Einaudi, 2008) è il suo primo romanzo, scritto direttamente in italiano. In questo libro quattro generazioni di donne si passano il testimone sul filo di una memoria commossa e quasi epica. Dietro a tutto c’è l’Albania che cambia, dagli anni del re Zog alla fine del comunismo: la guerra e il sangue, gli amori e i tradimenti, i sogni e le delusioni di un Paese “chiuso come un negozio a ferragosto”.


Arturo Loria, un ebreo errante. Sulle tracce di uno scrittore da riscoprire

Descrizione evento:

intermezzi musicali di Claudio Ughetti, fisarmonica
Arturo Loria appartiene a una generazione di scrittori per i quali la letteratura costituiva la ragione profonda della vita stessa. Silvia Tomasi gli ha dedicato una biografia che è anche un’indagine del suo mondo letterario e umano e ne parlerà con il nipote di Arturo, Stefano Loria, e con lo scrittore Guido Conti. L’evento si svolgerà nella cornice del Giardino della Casa natale di Arturo Loria di fronte alla Sinagoga di via Giulio Rovighi.

Data: Ottobre 5, 2008

Comune: Carpi

Luogo: Giardino Banca Agricola Mantovana

Tipologia evento: incontro a più voci e musica

 

Torna indietro

Ospiti presenti

Guido Conti

Guido Conti è nato a Parma nel 1965, città dove vive e lavora ed è autore di numerose opere narrative edite da Guanda, fra le quali ricordiamo Il coccodrillo sull’altare, Cieli di vetro, La palla contro il muro. Nel 2002 ha curato Dite la vostra (Guanda), raccolta degli scritti giovanili di Cesare Zavattini. Nel 2008 ha pubblicato con Rizzoli la biografia di Giovannino Guareschi. Dirige la casa editrice Monte Università Parma e la rivista Palazzo Sanvitale. Nel 2010 con Mondadori ha pubblicato il suo nuovo romanzo Le mille bocche della nostra sete. Fa parte del Comitato scientifico della Festa del racconto.

Stefano Loria

Stefano Loria è nato a Firenze, dove vive e insegna Lettere presso le Scuole medie superiori. Nipote dello scrittore Arturo Loria, si è occupato della conservazione e della valorizzazione delle sue opere in collaborazione con il Gabinetto Vieusseux di Firenze dove è depositato il Fondo Loria. Fa parte della Giuria del Premio Loria.

Silvia Tomasi

Silvia Tomasi, insegnante di Lettere nelle scuole superiori, si è dedicata fin dagli anni ’80 agli studi di critica letteraria. Con l’editore Transeuropa ha pubblicato nel 1989 il saggio “Il bello della bestia” e nel 1991, in collaborazione con lo scrittore Roberto Barbolini, “Paper hell. Carte infernali”.


Enzo Valeri Peruta

Enzo Valeri Peruta, nato a Bergamo nel 1970 si è formato come attore all’interno della compagnia Erbamil di Bergamo. Nel 1996 fonda con Antonio Russo il duo comico “Fanalini di coda” con il quale produce alcuni spettacoli di cabaret. Dopo una serie di collaborazioni con registi di fama internazionale, debutta nel 2004 con il monologo teatrale “Paradiso buio” dedicato al mondo del cinema, in cui ha collaborato con il regista attore Roberto Anglisani.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 5 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Auditorium Loria

Tipo di evento: incontro

 

Paradiso buio. Racconti di sogni e passioni dello spettatore cinematografico

Descrizione evento:

di e con Enzo Valeri Peruta
Regia di Roberto Anglisani
Musiche di Pierangelo Frugnoli
Silenzio. Buio. Una luce si aggira tra le poltrone. Forse non è umana – forse lo è anche troppo – ma certo tutti ne condividono l’essenza; illumina la platea, ma non accompagna gli ultimi spettatori verso i rimanenti posti vuoti. Si annida nell’immaginario di ognuno di noi, risveglia le nostre sensazioni più concrete perché fa parte del nostro passato, del nostro presente , della nostra anima. Quel chiarore è lo “Spirito della Sala cinematografica” nelle vesti del giovane e abilissimo attore Enzo Valeri Peruta. Ed è solo lo spunto che dà il La ad un appassionato e travolgente monologo in memoria e in difesa di quel “Paradiso buio” che oggi rischia di diventare un mero luogo di passaggio.

 


Philippe Forest

Philippe Forest, nato a Parigi nel 1962, insegna Letteratura comparata all’Università di Nantes e collabora alla rivista “Art Press”. Ha pubblicato saggi critici sulla letteratura, il cinema e l’arte. In Italia ha raggiunto il successo con due romanzi scaturiti dalla sua esperienza autobiografica della perdita della figlia: “Tutti i bambini tranne uno” e “Per tutta la notte”, entrambi editi da Alet.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_amorosa | Le ragioni dell’amore, il senso della vita

Descrizione evento:

Philippe Forest ha raggiunto la notorietà in Italia e in Europa dopo la pubblicazione dei due libri “Tutti i bambini tranne uno” e “Per tutta la notte”, originati dalla terribile esperienza autobiografica della perdita della figlia amatissima. Il suo stile e l’intensità della narrazione hanno colpito e commosso i lettori e lo hanno rivelato come uno degli scrittori più originali nel panorama europeo.