Michela Marzano

Michela Marzano è professore ordinario di filosofia morale all’Università Paris Descartes, editorialista de la Repubblica e autrice di libri tradotti in molte lingue. Ha pubblicato, tra gli altri, Volevo essere una farfalla, L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore (Premio Bancarella 2014). Con Einaudi sono usciti L’amore che mi resta e, quest’anno, Idda.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 29 Maggio, 2019

Città: Carpi

Luogo: Nuovo cinema teatro Italia

Tipo di evento: incontro

 

Quell’unica frase che non scompare mai

Descrizione evento:

La protagonista di Idda si prende cura della suocera che sta perdendo la memoria, e pian piano si accorge che talvolta, forse, calpestare le macerie della nostra vita può aiutare a scoprire la potenza dell’amore. “La dottoressa ha detto che l’unica frase che non scompare mai dalla memoria è ‘ti amo’; anche quando della propria esistenza i pazienti non ricordano più nulla”. Idda è un invito alla scoperta di ciò che resta quando i ricordi se ne vanno

 

Data: 26 Maggio, 2017

Città: Carpi

Luogo: Tenda di Piazza Re Astolfo

Tipo di evento: incontro

 

L’amore che mi resta

Descrizione evento:

“Daria pensava che l’amore potesse riparare ogni cosa. Poi Giada, sua figlia, si è uccisa. E il mondo è andato in pezzi”. La Marzano scrive un commovente romanzo sulla maternità. Affondando il bisturi nel dolore assoluto trova le parole esatte per nominarlo, aprendo nel finale uno spiraglio di luce. Un incontro sui temi della vita, delle relazioni umane, del dolore e dell’amore.

 

Data: 2 Ottobre, 2010

Città: Carpi

Luogo: Cortile di Levante

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_donna | Pensare l’impossibile. Donne che non si arrendono

Descrizione evento:

Dopo la stagione del femminismo degli anni Settanta, le donne italiane si sono allontanate dalla scena pubblica e politica, in un atteggiamento di ripiegamento sulla dimensione del privato connesso a un generale peggioramento delle condizioni lavorative. Quali sono le radici di questo fenomeno e perché le donne hanno smesso di combattere per difendere i loro diritti?