Giuliano Banfi

Giuliano Banfi nasce a Milano e si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1965 con una tesi in cui il correlatore è Ludovico Belgiojoso. Lavora prima come urbanista per il Ministero dei Lavori Pubblici e in seguito per la Regione Lombardia dove svolge funzioni di coordinatore tecnico per la stesura della prima legge urbanistica regionale e diviene responsabile dei grandi progetti territoriali di interesse regionale. Contemporaneamente è un dirigente del PSI, di corrente lombardiana e consigliere della provincia di Milano. Dal 1980 al 1993 ricopre il ruolo di Assessore. È membro dell’ANED e dell’ANPI.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2009

Città: Carpi

Luogo: Ex Sinagoga

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_memoria | Amore e speranza

Descrizione evento:

Corrispondenza tra Julia e Gian Luigi Banfi dal campo di concentramento di Fossoli aprile-luglio 1944
Letture di Lucilla Morlacchi
Interviene Giuliano Banfi, architetto
Conduce Marzia Luppi, Direttrice della Fondazione ex-campo Fossoli.
Il volume “Amore e speranza. Corrispondenza tra Julia e Giangio dal campo di Fossoli aprile-luglio 1944”, curato da Susanna Sala Massari e pubblicato da Archinto nel 2009 ha permesso di rendere noto il carteggio intercorso in circostanze drammatiche, dal marzo all’agosto 1944 tra l’architetto razionalista Gian Luigi Banfi (membro dello studio BBPR) e la moglie Julia Bertolotti. Sono messaggi di grande valore intellettuale, morale ed affettivo che esprimono la realtà dell’esistenza precaria nella Milano occupata dai tedeschi, nel carcere di San Vittore e nel campo di concentramento di Fossoli, e ora stampati grazie alla cura e all’amore del figlio della coppia, l’architetto Giuliano Banfi.