Edoardo Patriarca

Edoardo Patriarca Membro del CNEL (Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro) è responsabile dei gruppi di lavoro “Famiglia e infanzia” e “Economia locale”. Fa parte del Consiglio esecutivo dell’Associazione Scienza&Vita. E’ stato portavoce del Forum permanente del Terzo settore, coordinamento nazionale che raccoglie più di 100 organizzazioni di volontariato, riconosciuto come parte sociale dal governo. E’ stato co-presidente nazionale dell’Agesci. Fino al 2006 è stato presidente dell’Istituto italiano della Donazione e componente del Comitato di Gestione dei Fondi per il volontariato della Regione Emilia-Romagna. Collabora con riviste specializzate del Terzo settore e con alcune Università.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 1 Ottobre, 2011

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

La vita è una prova d’orchestra

Descrizione evento:

Evento realizzato con il contributo della Fondazione Casa del Volontariato di Carpi
Così Elena Loewenthal introduce il suo romanzo : «Per più di un anno ho frequentato ospedali e sale d’attesa, case dove vivono malati, istituti d’ogni sorta. Ho indossato un camice da volontaria e sono entrata in silenzio nel mondo della malattia: leucemie, traumi cranici, rianimazione, dialisi, pronto soccorso… È stata un’esperienza forte e dolce al tempo stesso, in cui puntualmente, parlando con i malati, ascoltandoli o anche soltanto lanciando un’occhiata nelle stanze d’ospedale, a un certo punto scattava un processo d’immedesimazione potente e inevitabile: ho davanti un malato, ma anche me stessa. E così, per me si è a poco a poco dissolto quel confine invisibile ma nettissimo che separa il mondo “normale” e benestante da quello di chi convive con la malattia. La nostra modernità fatta di benessere ha del resto rimosso la malattia da dentro di sé, l’ha “isolata” in quell’altro mondo che sembra non esistere, finché non lo si incontra. “La vita è una prova d’orchestra” racconta alcuni luoghi e alcune storie di questo mondo, attraverso l’invenzione ma a stretto contatto con la realtà».