Anilda Ibrahimi

Anilda Ibrahimi, nata a Valona nel 1972, ha studiato letteratura a Tirana. Nel 1994 ha lasciato l’Albania, trasferendosi prima in Svizzera e poi, dal 1997, in Italia. “Rosso come una sposa” (Einaudi, 2008) è il suo primo romanzo, scritto direttamente in italiano. In questo libro quattro generazioni di donne si passano il testimone sul filo di una memoria commossa e quasi epica. Dietro a tutto c’è l’Albania che cambia, dagli anni del re Zog alla fine del comunismo: la guerra e il sangue, gli amori e i tradimenti, i sogni e le delusioni di un Paese “chiuso come un negozio a ferragosto”.

 

Torna indietro

Eventi con la partecipazione dell'ospite

Data: 4 Ottobre, 2008

Città: Carpi

Luogo: Cortile del Palazzo della Pieve

Tipo di evento: incontro

 

Poltrona_madre | Donna, madre e sposa: idee e scritture a confronto

Descrizione evento:

L’immaginario femminile relativo alla maternità può essere raccontato nella letteratura e nel cinema attingendo a storie di vita e a stereotipi culturali appartenenti alla tradizione ma anche veicolati dalla pubblicità e dal consumismo. In questo incontro dialogano tra loro una scrittrice italiana e una albanese e si confrontano con una regista che si è occupata di questi temi.